Gravere: la lista “Gravere 16-21” presenta il programma

elezioni gravere 16-21

GRAVERE – La lista “Gravere 16/21” si presenta. “Le persone che hanno aderito al progetto della lista “Gravere 16/21″ sono accomunate dalla volontà di mettere il proprio entusiasmo, la propria passione, le proprie competenze a servizio di Gravere e della sua comunità. I principi base per i quali la nostra amministrazione lavorerà nel prossimo quinquennio sono quelli dell’impegno, della trasparenza e della partecipazione. Il nostro programma è stato costruito ispirandoci a questi valori, coniugando: concretezza del fare, visone del futuro, attenzione al contesto, ai vincoli ed alle difficoltà che possono limitare la nostra azione propositiva. Il nostro lavoro, inoltre, sarà impostato alla massima partecipazione e collaborazione tra la Pubblica Amministrazione e i cittadini, attivando forme di controllo sociale, in ottemperanza alle norme di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni. La situazione economica ancora molto difficile impone di agire con attenzione, gestendo al meglio le poche risorse disponibili nell’ambito dei vincoli imposti dal patto di stabilità, senza richiedere ai cittadini ulteriori sacrifici. I margini di manovra per gli amministratori tenderanno a ridursi, sia per le disponibilità finanziarie sempre più ridotte sia per l’entrata in vigore delle nuove normative. Con l’avvicinarsi dell’obbligo legislativo di unione tra i comuni con meno di 3.000 abitanti, infatti, il Comune di Gravere si troverà a dover integrare ed associare progressivamente i propri servizi (segreteria ed anagrafe, ufficio tecnico, polizia municipale, etc.) con gli altri comuni dell’alta valle con cui ha già iniziato questo percorso (Bardonecchia, Oulx, Salbertrand, Exilles, Chiamante, Meana, Giaglione e Moncenisio), con l’obiettivo di renderli più efficienti e meno onerosi. In questo contesto sarà necessario porre attenzione ai territori locali, in modo che l’attuazione degli obblighi di legge non penalizzi il territorio ed i cittadini, e realizzare idee che non comportino grandi spese ma che diano un ritorno funzionale per la popolazione. Pertanto cercheremo di operare dando priorità al le opere essenziali per la vita del paese e ricercando opportunità di finanziamento che permettano di realizzare nuovi interventi di sviluppo”.

Il Programma. Ambiente, territorio, turismo Mitigazione del rischio idrogeologico: le passate amministrazioni hanno già eseguito alcuni interventi richiesti dal PAI (Piano di Assetto Idrogeologico). Occorrerà intervenire ulteriormente per ri-mappare e monitorare le aree di dissesto idrogeologico, promuovendone la bonifica; mantenere puliti gli alvei e le sponde dei corsi d’acqua; recuperare con interventi mirati le acque che si disperdono nei terreni, creando zone acquitrinose e contribuendo all’instabilità dei terreni montani.  Pulizia dei boschi e dei sottoboschi: interventi continuativi per il recupero ed il ripristino delle aree boschive, anche per la prevenzione contro gli incendi. Verifica dei lavori necessari con il supporto del Consorzio Forestale, della Regione (squadre forestali), e dei Consorzi Agricolo, Irriguo e Proprietari Terrieri.  Recupero della coltura del castagno e dei frutteti: promozione di interventi per potature selettive dei castagneti; supporto per accordi tra proprietari e ditte specializzate negli interventi; ricerca di nuovi finanziamenti per il recupero dei frutteti (in particolare per la coltura della mela che caratterizza il nostro territorio). Recupero dei sentieri; promozione percorsi culturali e trekking: recupero di sentieri, mulattiere, piste forestali di accesso alle proprietà agricole e ai luoghi di interesse turistico (oggi molti tratti sono difficilmente percorribili), anche con il coinvolgimento delle associazioni (ad esempio AIB) e con ausilio di personale esterno dedicato a lavori socialmente utili. Il recupero della rete sentieristica consentirà anche di potenziare l’offerta turistica, con la definizione e promozione di percorsi culturali ed escursionistici, estivi ed invernali, attraverso le nostre borgate. Interventi produttivi, riqualificazione urbana, opere pubbliche Modifica Piano Regolatore per favorire il recupero edilizio: rivisitazione, nell’ambito delle capacità di bilancio, delle norme (in parte legiferate dalla Regione Piemonte) per incentivare il recupero edilizio, ed in particolare la riqualificazione dei centri delle borgate (in alcuni casi pericolanti).  Sistemazione delle strade delle borgate: miglioramento della viabilità delle strade (di collegamento ed interne alle borgate) e dei muri di sostegno; ottenimento di ripristini migliorativi attraverso le opere realizzate contestualmente al passaggio delle infrastrutture di servizio già previste (Acquedotto di Valle, Elettrodotto sotterraneo di Terna). Smantellamento linee elettriche ferroviarie a 66 Kv: sarà posta particolare attenzione alla richiesta di smantellamento delle vecchie linee elettriche a 66 Kv (in disuso), in gestione a Terna, che attraversano il nostro territorio (Villaggio Edelweiss, Molaretto, Morelli, Marchetta) e passano a pochi metri dalle case con notevole impatto ambientale. Adeguamento del ponte SS 24 sul rio Gelassa, in località Valdisogno: nelle due ultime alluvioni del 2000 e 2006 questo ponte, a causa delle sue ridotte dimensioni, ha creato esondazioni sui terreni circostanti. Sarà portata a termine la richiesta di adeguamento del ponte alle nuove normative (piene cinquecentennali) presso la società di gestione dell’ infrastruttura (ANAS). Incentivazione raccolta differenziata: completamento copertura isole ecologiche; promozione raccolta differenziata con opportune campagne informative, al fine di ottemperare gli obblighi di legge ed ottimizzare gli importi della TARI (Tassa Rifiuti).
Produzione di energia rinnovabile. Il nostro Comune è in questo campo all’avanguardia con le tre centratine idrauliche. Occorrerà cercare nuove fonti per compensare la scadenza dei certificati verdi della centrale più remunerativa (incentivo statale per energie rinnovabili della durata di 10 anni, in scadenza a fine 2016): verifica sfruttamento zona del vecchio forte per la posa di pannelli foto-voltaici; sfruttamento idraulico di alcuni corsi d’acqua per i quali ci sono ancora spazi di intervento. Recupero del vecchio forte e dei terreni circostanti: oltre all’intervento di installazione dell’impianto fotovoltaico di cui sopra, occorrerebbe ristrutturarlo e renderlo disponibile. Questo lo si potrebbe fare attraverso un bando pubblico di cessione temporanea, in cambio della sua completa ristrutturazione. Revisione servizi sgombero neve e scuola bus: per assicurare la massima efficienza possibile sul nostro territorio.
Partecipazione dei cittadini nei programmi amministrativi. Confronto e consultazione dei Graveresi attraverso incontri periodici, durante i quali fornire informazioni sulle scelte più rilevanti, parlare di specifici progetti e raccogliere proposte. Deleghe per tutti i consiglieri di maggioranza a rappresentare le diverse borgate di Gravere ed a raccogliere le eventuali proposte. Comunicazione periodica sulla vita del comune (volantino), distribuita ai cittadini in formato cartaceo ed elettronico (e-mail; sito Web).
Lavoro. Sportello e cantieri di lavoro: organizzazione di iniziative, in coordinamento con la nuova Unione dei Comuni, per la riqualificazione e riconversione delle figure professionali, per la gestione dei cantieri di lavoro, per il potenziamento degli sportelli lavoro. Promozione attività produttive locali: si opererà per promuovere le attività produttive del territorio, in particolare quelle correlate al recupero dello sfruttamento agricolo della montagna. Particolare attenzione sarà posta all’utilizzo delle opportunità di finanziamento per le imprese lo-cali derivanti dai bandi regionali, nazionali e della Comunità Europea, come il Piano di Sviluppo Ru-rale 2014 — 2020, il G.A.L. (Gruppo di Azione Locale), il programma ALCOTRA, le iniziative promosse dall’UNCEM (Unione Comuni e Comunità Enti Montani).
Sicurezza e sanità. Incremento utilizzo video-sorveglianza: nuove installazioni per l’incremento dell’utilizzo di telecamere, nei luoghi pubblici del nostro paese, per prevenire atti vandalici e microcrminalità.
Primo soccorso ed informazione sanitaria: saranno promossi in collaborazione con le associazioni di volontariato (Croce Rossa, AIB) e con l’ASL giornate e campagne di informazione sanitaria, corsi dimostrativi ed iniziative di divulgazione delle pratiche di primo soccorso .
Interventi per il sociale e cultura. Attenzione verso i giovani: la partecipazione attiva dei giovani alla vita della comunità è indispensabile per la crescita del Comune di Gravere e per i giovani stessi. Ci impegniamo a favorire la nascita di un comitato giovanile che si occupi di realizzare iniziative aggregative, culturali e di intrattenimento. Sarà verificata la possibilità di identificare spazi idonei in cui i giovani si possano ritrovare, ed utilizzare i servizi che il Comune potrà offrire (Internet, intrattenimento, servizi di supporto allo studio e al tempo libero).

Servizi per gli anziani e per le persone in difficoltà. Le caratteristiche del territorio di Gravere, suddiviso nelle diverse borgate, rendono più complesse le attività quotidiane per le persone sole, non dotate di mezzi di trasporto. Intendiamo supportare le famiglie ed i soggetti in difficoltà, attraverso la creazione di un gruppo sostegno anziani, la promozione di attività di volontariato per favorire la risoluzione di problemi pratici di chi ne ha più bisogno, la promozione di servizi di assistenza domiciliare, sviluppando forme di collaborazione con le associazioni di volontariato e con gli enti di assistenza sovra-comunale (Con.I.S.A, ASL), l’organizzazione di un servizio di accompagnamento per esami clinici/visite per persone sole e in difficoltà. Promozione laboratori linguistici ed informatici: realizzazione di progetti linguistici ed informatici per promuovere la diffusione delle lingue e l’utilizzo delle nuove tecnologie sia tra i giovani che tra i meno giovani.
Potenziamento informatizzazione procedure. Sarà potenziata l’informatizzazione delle procedure per fornire i servizi del comune attraverso Internet e servizi informatici, anche alla luce dei doveri di trasparenza e di adeguamento su scala nazionale.
Attività sportive. Incentivazione attività sportive per ragazzi in percorso scolastico (corsi di sci, nuoto); potenziamento e funzionalità impianti sportivi.
Associazioni e volontariato. Le associazioni che operano sul territorio del Comune di Gravere (Pro Loco Amici di Gravere, AIB, Losa Team, Banca del Tempo, Associazione Alpini, Associazione Cacciatori, Amici del Gelas-sa, Consorzio Irriguo, Consorzio proprietari terrieri, Consorzio agricolo, Associazione La Pietra Scartata), rappresentano una risorsa preziosa per la vita del nostro paese, dal punto di vista promozionale, aggregativo, di messa in sicurezza, gestione e tutela del territorio. Ci proponiamo di supportare al meglio delle possibilità le diverse realtà associative e di volontariato; saranno mantenute e stipulate apposite convenzioni per la gestione ed il sostegno dei servizi offerti dalle associazioni, in funzione della loro operatività e delle loro esigenze. Sarà promossa una attività di coordinamento per la stesura di un calendario integrato delle iniziative, in modo che possano essere opportunamente pubblicizzate e beneficiare del contributo e della partecipazione reciproca.
Opere infrastrutturali sul territorio . In base allo stato attuale del progetto, il territorio di Gravere non sarà interessato dalla linea ad alta capacità Torino — Lione. Ci impegniamo a monitorare costantemente la situazione e ad agire, nel rispetto della correttezza istituzionale, a salvaguardia del territorio e della sua popolazione. Per quanto riguarda altre opere infrastrutturali che dovessero interessare il nostro territorio (come l’elettrodotto sotterraneo Terna), le priorità saranno: scrupolose verifiche di impatto ambientale e sanitario, a tutela della salute pubblica e dell’ambiente; ripristino e valorizzazione dei luoghi interessati; attenzione alle ricadute sul sistema produttivo locale sia in fase realizzativa che continuative (ad esempio utilizzo quota di personale locale).

lista Gravere10-16