A Coazze grande successo per la presentazione del progetto “In altro modo” Oltre 240 persone all’inaugurazione del progetto di inclusione di ragazzi disabili nel mondo del lavoro

inaugurazione-in-altro-modo-coazze-42

COAZZE – Grande successo sabato 1 aprile per la presentazione di “In altro modo”, il progetto grazie al quale un gruppo di ragazzi con disabilità ha modo di sperimentarsi nel mondo del lavoro.

Il progetto:

Sotto la guida del gestore Nicola Rotella, i ragazzi coinvolti nel progetto – Federico Periale, Oscar Catalano e Roberto Alessandria – si cimenteranno nella gestione del Centro Sociale Aperto situato nel parco di Coazze, occupandosi del bar e organizzando apericene, serate a tema, concerti e feste.

Con impegno e voglia di mettersi in gioco i ragazzi, sostenuti da famiglie ed amici, hanno iniziato questo cammino di inclusione sociale ed attraverso il lavoro, passo dopo passo, giungeranno alla maturazione personale, finanche all’indipendenza.

L’inaugurazione:

Il progetto ha da subito suscitato grande interesse nella popolazione, ed ha infatti preso il via col botto! Nella serata di sabato 1 aprile i locali comunali gestiti dallo staff di  “In altro Modo” hanno accolto oltre 240 persone, accorse per conoscere e sostenere il progetto di questi formidabili ragazzi. Insieme ai volontari – ma soprattutto amici – Lucia Leonardi, Arianna Bertozzi, Erika Fragomeli e agli studenti dell’Istituto Galileo Galilei di Avigliana Ivano e Alessia, i ragazzi hanno provveduto ad offrire agli avventori un ricco e gustoso buffet, il tutto accompagnato dalla musica di Pava Dj, nome d’arte di Alan Vavalà.

Un grande successo per l’inizio di questa sfida, che ha dato tanta soddisfazione e carica a Federico, Roberto e Oscar, motivandoli a proseguire su questa strada di crescita personale.

Prossimo appuntamento:

Il prossimo evento musicale con “In altro Modo” sarà sabato 8 aprile a partire dalle 19.30 con le note dei The Beones, duo acustico che suonerà dal vivo. Il concerto verrà accompagnato da un apericena preparato dai ragazzi.

Questo slideshow richiede JavaScript.