400mila euro in arrivo per i Vigili del Fuoco Volontari Ruffino (FI): "400mila euro in arrivo, ma ora la Regione sostenga assunzioni e acquisto mezzi."

vigili-del-fuoco-10

TORINO – Sono in arrivo 400 mila euro per i Vigili del fuoco Volontari, un ottimo risultato agli occhi della Vicepresidente del Consiglio regionale Daniela Ruffino (Forza Italia), che da anni ne segue le problematiche. Sono tuttavia, secondo l’azzurra, ancora molte le necessità e i problemi relativi a questa categoria che necessitano risposte ed interventi da parte della Regione, in primo luogo il sostegno alle assunzioni e l’acquisto di nuovi mezzi.

Il commento di Daniela Ruffino:

In Consiglio regionale abbiamo ottenuto, grazie ad un lavoro sinergico nell’assestamento, 400mila euro a sostegno dei mandamenti dei vigili del fuoco volontari. Si tratta di un impegno considerevole che spero però non si fermi qua: vi è infatti anche la necessità per i permanenti di avere nuovi mezzi indispensabili alla loro preziosa attività al servizio della collettività“. E’ quanto afferma Daniela Ruffino (FI), vicepresidente dell’Assemblea regionale piemontese, la quale aggiunge: “Le sedi dei vigili del fuoco permanenti utilizzano i mezzi dei volontari perché dal ministero non ci sono investimenti. Una situazione richiede sollecitazioni da parte di tutte le forze politiche, affinché si trovino le risposte adeguate“.

La questione assunzioni:

Ancora molti i nodi da sciogliere, secondo Ruffino: “Esiste un impellente problema legato allo sblocco di centinaia di aspiranti vigili volontari che potrebbero colmare le carenze nei 40 Distaccamenti. Vi è poi la questione dei corsi di formazione da 120 ore che sono indispensabili per l’inserimento di risorse umane.”

L’insufficienza dei mezzi:
E poi è aperto il problema dei mezzi – osserva la vicepresidente del Consiglio regionale – che sono insufficienti per dare un servizio puntuale. In ultima analisi sarebbero da sostenere politiche per il conseguimento di patenti – di varie tipologie – per dare la possibilità di ampliare il numero di soggetti titolati alla guida”.
Conclude Ruffino: “Il mio impegno resta immutato. In questi anni di lavoro in Consiglio abbiamo ottenuto un gesto di attenzione, ora bisogna consolidarlo negli anni, rendendolo continuativo , e semmai implementandolo in particolare per quanto riguarda la questione dell’acquisto dei mezzi“.

Daniela Ruffino, Vicepresidente del Consiglio regionale del Piemonte

Daniela Ruffino, Vicepresidente del Consiglio regionale del Piemonte