67 assunzioni nella sanità negli ospedali di Rivoli e Susa

ospedale rivoli 5

E’ stato approvato dalla Direzione Generale dell’ASL TO3 il Piano assunzioni di personale per il primo semestre del 2016: una deliberazione che prevede 67 assunzioni in parte come nuove assunzioni, in parte come copertura del turn over. Una programmazione chiara e trasparente che indica nel dettaglio sia le figure professionali che saranno oggetto di assunzione sia le relative destinazioni di servizio previste, evitando singole decisioni di implementazione di personale, assunte volta per volta, rincorrendo singole emergenze estemporanee come peraltro in Azienda è successo nel tempo. Una programmazione basata su criteri ed obiettivi definiti a monte, riconducibili di fatto a diverse necessità fra le quali assicurare il turn over in aree critiche, dare progressiva attuazione a quanto previsto nel nuovo Atto Aziendale, assegnare alcune risorse professionali alle aree oggetto di riorganizzazione per migliorare l’assistenza ed infine a ridurre (con personale stabilmente assunto) tutte le molteplici forme atipiche come ad esempio i contratti di somministrazione di lavoro per gli infermieri. Fermo restando che parte delle risorse saranno impiegate in rete tra i vari Presidi, nell’area Ospedaliera di Pinerolo verranno assunti 7 Dirigenti Medici fra cui 2 Direttori di strutture attualmente scoperte (Medicina Generale e Chirurgia Generale) e 5 Specialisti di cui uno per l’area di DEA-Emergenza, un Ginecologo, un Nefrologo, un Neurologo ed un Pediatra. Nell’area ospedaliera di Rivoli verranno assunti 7 Dirigenti Medici di cui un Direttore di Pediatria, e 6 Specialisti di cui un Ortopedico, un Anestesista, un Dietologo, un Neurologo, un Ginecologo Dirigenti medici per l’area di emergenza DEA. Molte assunzioni di specialisti vanno a coprire il turn over non coperto che stava comportando criticità nel mantenimento dei servizi ai pazienti. A questi verranno poi aggiunti altri Dirigenti medici come il Dirigente medico dell’area emergenza presso il Presidio di Susa od il Dirigente medico sempre dell’area di emergenza previsto per Venaria. Completano le assunzioni previste nella Dirigenza sanitaria un Medico Legale, un Dirigente Medico Veterinario, un dirigente farmacista ed un dirigente delle professioni sanitarie (DiPsA) al fine di attivare il Servizio di gestione del personale del comparto. Per il comparto il piano prevede l’assunzione di 44 dipendenti così ripartiti: un coordinatore infermieristico, 17 infermieri, un fisioterapista, 2 Tecnici di radiologia, un’Ostetrica, due Tecnici della prevenzione ambiente e luoghi di lavoro e n. 20 operatori socio sanitari da assegnare alle aree più critiche tra i servizi ospedalieri e territoriali. Vengono inoltre attivati incarichi medici a personale specialista convenzionato ambulatoriale per assicurare l’erogazione dei servizi articolati sulle diverse sedi territoriali n. 10 ore settimanali di Dermatologia, n. 6 ore di Psichiatria, n. 18 ore di Odontoiatria, n. 4 ore di Ortopedia e n. 5 ore di Psicologia; incarichi fatti rientrare quest’anno nel piano assunzioni al fine di disporre di un quadro unico e completo di tutte le risorse umane interessate. “Abbiamo messo a punto un piano che, pur non riuscendo a rispondere a tutte le esigenze e necessità riscontrate, ci consentirà comunque, nel limite delle risorse assegnate, di affrontare le principali criticità e le priorità di intervento che ci siamo dati, compresa la necessità di dare attuazione al nuovo Atto Aziendale” sottolinea il Dr. Flavio Boraso – Direttore Generale dell’ASL TO3 “abbiamo utilizzato il massimo delle disponibilità consentite dalle norme di riferimento, in coerenza con le indicazioni regionali e nel rispetto dei tetti di spesa previsti. Questo piano è anche significativo del fatto che grazie ai risultati del lavoro di contenimento dei costi a livello regionale come aziendale, si rende ora possibile ripartire con assunzioni ferme da tempo. Quello approvato è solo il primo piano a cui seguiranno altre assunzioni programmate nel secondo semestre dell’anno che ci consentiranno di completare, per il 2016, l’implementazione  di personale in aree di attività per le quali oggi non si è ancora reso possibile assumere”. Dalle prossime settimane si procederà pertanto con le nuove assunzioni mediante nuovi concorsi, utilizzo graduatorie aziendali o regionali, o ancora mediante l’istituto della mobilità fra aziende sanitarie.