A Borgone e Sant’Antonino sulla regole in strada sarà “tolleranza zero” Arrivano i vigili da Torino

polizia-locale-santantonino-1

S.ANTONINO – BORGONE –  In un comunicato congiunto le amministrazioni comunale di Sant’Antonino e Borgone pongono attenzione sulla difficile condizione di rispetto delle regole nelle strade comunali. Scrivono dai comuni: “Le amministrazioni comunali di Sant’Antonino e Borgone, grazie al servizio associato, stanno provando a mettere in campo una proposta concreta per il bisogno di maggior sicurezza dei cittadini“. Si parla di mettere mano contro gli atti di vandalismo e alla diffusa violazione delle norme del codice della strada in entrambi i comuni che si stanno registrando negli altimi mesi. “D’ora in poi, grazie alla collaborazione con gli agenti di polizia locale di Torino, si svolgeranno ulteriori pattugliamenti serali e nottorni, oltre al normale servizio che già i carabinieri di territorio svolgono. Ci sarà infatti collaborazione tra le due entità; in particolare il loro compito sarà di monitorare alcuni punti particolarmente sensibili“. Quali? Il magazzino comunale, la sala d’aspetto, il Codrei, la Fontanassa, le piazze e le strade berso le frazioni a Sant’Antonino. A Borgone la vigilanza sarà intensificata soprattuttoin via Abegg, via Bobba, area scuole, via IV Novembre, via Tacca nella zona della stazione ferroviaria e via Condove. Gli interventi saranno mirati, anche se lo sguardo sarà rivolto un po’ ovunque; sicuramente particolare attenzione a Sant’Antonino sarà data anche sulla statale 25, considerato che spesso le auto sfrecciano a grande velocità. Le amministrazioni comunali hanno un monte ore a loro disposizione che, insieme al servizio di polizia municipale, si decideranno come impiegare, in giorni ed ore tendenzialmente diversi, proprio perché gli atti di vandalismo e di violazione del codice sono fatti in giorni e ore diversi. Annunciano i sindaci Preacco e Alpe: “Quindi, d’ora in poi, quando si penserà come purtroppo molti fanno, che si può lasciare tranquillamente l’auto in divieto di sosta “perché tanto i vigili non ci sono”, ecco…… a Sant’Antonino e a Borgone non sarà più così“.