A Bousson l’inagurazione della Casa delle Lapidi Lorenzo Colomb: "Un recupero con grande soddisfazione di tutti"

taglio del nastro

 

CESANA TORINESE –  Per un paio d’ore la caratteristica quiete di Bousson è stata interrotta da una folla di persone accorse, sabato 2 gennaio 2016, nella piccola frazione di Cesana Torinese per l’inaugurazione della “Casa delle Lapidi”. Un evento atteso da quasi un ventennio ovvero da quando, nel lontano 2000, la Signora Nora Galli, ultima proprietaria, cedette l’edificio al Comune di Cesana creando così le premesse per un progetto di restauro e recupero del monumento con fondi dell’Unione Europea e Comunali. Al suo interno oggi è stato creato un piccolo sito museale tale permettere ai visitatori un approccio più completo dei reperti restaurati ed una loro più precisa collocazione storica nelle vicende dell’Alta Valle di Susa. All’inaugurazione, tenutasi sotto la prima nevicata del 2016, sono intervenuti il Sindaco di Cesana Torinese, Lorenzo Colomb, il progettista che ha guidato le operazioni di recupero, l’Arch. Alessandro Girotto, l’Assessore della Regione Piemonte all’Istruzione, Lavoro, Formazione professionale, Giovanna Pentenero, il direttore per la Promozione della Cultura, del Turismo e dello Sport della Regione Piemonte,  Paola Casagrande, Valeria Moratti storico d’arte della Soprintendenza dei Beni Storici, Artistici e Culturali di Torino ed il Presidente dell’Unione Montana Comuni Olimpici Via Lattea, Valter Marin.

“Si tratta di lunga storia a lieto fine – ha dichiarato il Sindaco Lorenzo Colomb – un cammino di recupero iniziato vent’anni fa e che oggi finalmente, con orgoglio, siamo qui ad inaugurare al termine di un percorso complesso che si è chiuso con grande soddisfazione da parte di tutti”. “La Casa delle Lapidi  – spiega l’Arch. Alessandro Girotto – è senza dubbio un importante sito museale legato alla memoria del territorio ma vuol essere anche punto di riferimento culturale per l’intera area delle montagne olimpiche. L’augurio è che questo luogo possa fungere anche da volano per incontri e che possa in futuro ospitare convegni a carattere culturale legati alla storia di quest’edificio ed a varie tematiche care alle nostre montagne”.

Nei primi giorni dell’anno la “Casa delle Lapidi” con il nuovo museo sarà visitabile nei giorni 3 – 4 – 5 e 6 gennaio dalle ore 15,30 alle 19.00.  Ingresso libero.