A Bruzolo la prima Festa della Musica Domenica 26 giugno

piastra bruzolo

BRUZOLO – Sull’onda di una tradizione musicale fortemente radicata nel paese, a partire dalla Società Filarmonica, per giungere ai vari gruppi musicali e alle varie orchestre che si son formate nel corso degli anni, l’amministrazione comunale di Bruzolo ha deciso di organizzare la prima edizione della Festa della Musica in paese proprio domenica 26 giugno. “Abbiam scelto proprio questo periodo in quanto il 21 giugno in tutta Europa, e non solo, si organizza la Festa della Musica, cioè una serie di concerti gratuiti in cui si esibiscono sia dilettanti che professionisti con l’opportunità di esprimere liberamente la loro arte” ha detto il consigliere al Turismo Demetrio Calluso. L’idea c’era, la voglia di fare qualcosa per valorizzare il paese pure… e così in quattro e quattr’otto inizia la fase preparativa della Festa della Musica bruzolese: nasce così un regolamento, una pagina facebook e un sito web, mancano solo le adesioni degli artisti all’evento! Preziosissimo il contributo di Sarah Cibrario e Francesca Olivero, che si sono rese disponibili nel dare il proprio aiuto nell’organizzazione dell’evento, grazie alla loro esperienza in altre realtà del paese e non solo. “E’ stato un ottimo lavoro di squadra, abbiam cercato di curare anche i particolari: ora tutto è pronto per il debutto! Gli artisti si susseguiranno dalle ore 14 alle ore 21 e saranno dislocati in vari scenari per le strade e piazze del paese. Inoltre ci saranno attività di gioco-musica anche per i più piccini e per i ragazzi”. Le parole positive dell’assessore alla cultura Michela Olivero non lasciano dubbi: nulla è stato lasciato al caso. Sarà presente anche l’associazione gli Amici di San Rocco con il compito di occuparsi di stand gastronomici in cui potersi rifocillare e dissetare durante la manifestazione. “Siamo solo alla prima edizione, ma come per la giornata dello Sport, ci aspettiamo di crescere e migliorarci nel tempo. Non è semplice, ma tutti questi eventi hanno un solo scopo: alimentare il turismo a Bruzolo” conclude Demetrio Calluso.