A Bussoleno casi di scabbia a scuola. L’amministrazione, l’Asl e la Dirigenza Scolastica hanno seguito il caso

bussoleno-tetti-verdi

BUSSOLENO – Sono quattro i casi accertati di scabbia segnalati tra i bambini dell’asilo Tetti Verdi e della scuola primaria di piazza Cavour a Bussoleno; due coppie di fratellini. Il fatto ha suscitato e continua a suscitare molta apprensione tra i genitori, ma le autorità mediche e amministrative invitano alla calma. Il Dirigente Scolastico Franco Rousset: “Abbiamo seguito il protocollo che va attuato in questi casi. E’ stata avvertita l’Asl immediatamente e in più il nostro medico di riferimento. Sono state mese in campo tutte le procedure sanitarie quali pulizie e disinfestazioni per la sicuerezza degli studenti, degli insegnanti e del personale. Anche i genitori sono stati incontrti per due volte con il personale sanitario che ha spiegato le dinamiche e i metodi di cura”. Anche il comune si è mosso con celerità appena venuto a conoscenza della problematica. “Il dirigente scolastico ha segnalato al Comune i casi riscontrati. Abbiamo tempestivamente provveduto a contattare l’Asl per avere indicazioni operative e sapere quali accorgimenti mettere in pratica. Ci è stato comunicato che in questi casi una disinfestazione non è prevista. Nella giornata di ieri il personale Ata della scuola ha comunque provveduto a una sanificazione e pulizia accurata di entrambi i plessi scolastici”: spiega l’assessore Arianna Richiero. La scabbia di per sé non è un’infezione grave, ma è molto fastidiosa. Provocata da un acaro, va ad intaccare direttamente la pelle. Si trasmette per contatto diretto o attraverso acari presenti nei vestiti, nei cuscini o nei materassi. Le due scuole sono adesso sanificate e il percorso formativo può procedere senza nessun problema.