A Condove la Festa delle Forze Armate (LE FOTO) Inaugurata ufficialmente la raccolta dei ricordi delle guerra

condove-10

CONDOVE – Domenica 13 novembre si è svolta la Festa delle Forze Armate. L’Associazione Combattenti e Reduci della sezione Condove-Borgone ha organizzato, in collaborazione con la Pro Loco e le altre associazioni d’arma un momento di ricordo in occasione del 98° anniversario della vittoria della Prima Guerra Mondiale. Monsignor Claudio Iovine ha celebrato la Santa Messa in ricordo dei caduti, poi, con l’accompagnamento dell’Unione Musicale Condove il corteo ha raggiunto il Parco della Rimembranza. Dopo i saluti dell’amministrazione ha preso la parola la vicepresidente del Consiglio regionale Daniela Ruffino che ha ricordato l’importanza del celebrazione, il valore che la storia patria ha nel nostro Paese e nei nostri comuni. Il presidente dell’ANCR Emiliano Leccese: “Le manifestazioni ben riuscite, come questa, sono possibili solo grazie all’intervento di molti; per questo motivo ringrazio tutti e ciascuno. Martedì scorso abbiamo fatto il consueto giro al monumento di Frassinere, alle lapidi Mocchie e Laietto ed infine al Campo della gloria di Condove per onorare i nostri Caduti. Ringrazio chi mi ha accompagnato. Cento anni fa l’Italia era al suo secondo anno di Guerra. – ha detto Leccese –  Tanti avvenimenti si succedettero in quell’anno. Due grandi patrioti italiani richiamati nell’ultima strofa de “La Canzone del Piave”, Cesare Battisti e Nazario Sauro, furono giustiziati dagli austriaci proprio nel 1916. Per loro furono traditori che andavano barbaramente uccisi, non prima di essere umiliati; per noi, eroi nazionali insigniti della medaglia d’oro al valor militare, che sentirono l’impulso di conchiudere il percorso di unificazione dell’Italia iniziato con la I Guerra d’indipendenza nel 1848 e che si concluderà proprio con la vittoria della Grande Guerra. Questo è il volto estremo della guerra: traditori da un lato, eroi dall’altro. Rimane però il fatto che uomini nati in altre nazioni vollero immolarsi per la nostra giovane Italia perché la sentivano loro. Il 2016 per la Sezione ANCR Condove-Borgone è stato un anno luttuoso. Oltre a Michele Tota sono deceduti Fortunato Pezzini, Aldo Gioberto, Luigi Falco, Vittorio Amprimo e Mario Rapelli, tutti reduci sui diversi fronti della II Guerra Mondiale“. Sono poi state consegnate le pergamene di iscrizione all’Albo d’onore 2016 ai soci o familiari di: Vittorio Amprimo, Andreina Ferraris e Diego Mina. La famiglia Suppo, per mano di Guido, ha donato all’associazione le medaglie della Prima Guerra Mondiale di suo nonno Luigi. E’ stata così inauguarata ufficialmente la raccolta dei ricordi che i condovesi vorranno donare per arricchire la memoria della sede dell’Associazione Combattenti e Reduci.