A Giaveno proseguono gli “Alzheimer Cafè” Un ciclo di incontri per conoscere e affrontare l’Alzheimer

Alzheimer cafè Giaveno

GIAVENO – Proseguono presso la Residenza Immacolata gli incontri del ciclo “Alzheimer cafè” organizzati dal Poliambulatorio San Luigi in collaborazione con il Gruppo AGAPE. L’iniziativa si ispira al progetto nato nel 1997 in Olanda grazie al Dottor Bère Miesen. Si tratta di un ciclo di 5 incontri iniziato nel mese di gennaio volto a ridurre l’isolamento e la stigma che colpisce le persone affette da Alzheimer ed i loro cari, offrendo un luogo di incontro informale dove interfacciarsi per conoscere meglio questa complessa malattia e cercare di mantenere attive le funzionalità residue. Gli incontri – aperti sia a persone affette da deterioramento cognitivo sia ai loro familiari, amici o assistenti – prevedono l’esposizione, da parte di vari professionisti, di tematiche legate alla malattia quali gli aspetti socio assistenziali, le implicazioni medico-legali, la gestione delle attività quotidiane, l’alimentazione, la comunicazione e la gestione dell’agitazione. Il team di specialisti è composto dal Dott. Salvatore Amarù, direttore f.f.S.C. Neurologia presso gli ospedali di Rivoli e Pinerolo; la Dott.ssa Alessandra Rosselli, Direttore Sanitaro del Poliambulatorio San Luigi; Dott. Marco Iudicello, Neurologo Psichiatra; Dott.ssa Barbara Tizzani, Geriatra; Dott.ssa Valeria Camerone, Psicologa; Dott.ssa Paola Jacob, Neuropsicologa; Dott.ssa Michaela Ricucci, Neuropsicologa; Dott.ssa Veronica Rosso, Logopedista; Dott.ssa Irene Capizzi, Dietista; Dott. Gabriele Antonica, Medico Legale e l’Avvocato Stefano Tizzani. Oltre ad uno spazio di confronto tra i professionisti ed i cari del malato, vengono proposte attività di stimolazione cognitiva rivolte ai pazienti e viene offerto un rinfresco, per creare un momento ricreativo ed al contempo di condivisione.  Durante l’incontro di mercoledì 27 aprile è stato trattato il tema dell’alimentazione e sono stati offerti gli strumenti ed alcuni accorgimenti pratici per affrontare efficacemente la disfagia che colpisce il malato. L’iniziativa ha avuto un buon riscontro e terminerà mercoledì 25 maggio con l’ultimo incontro che si  terrà  dalle ore 15 alle 18.