A Giaveno seconda prova del Campionato regionale di enduro Oltre 300 piloti parteciperanno alla gara

(foto Bike walls)(foto Bike walls)

GIAVENO – Domenica 10 aprile Giaveno e le sue borgate ospiteranno oltre 300 piloti di moto per la seconda prova del campionato regionale di enduro. L’evento è stato organizzato dal Moto Club Terre Rosse di Buttigliera Alta, con la collaborazione dell’associazione sportiva Byte Therapy di Giaveno che fornirà assistenza, supporto logistico ed allestirà un punto di ristoro in Via Genolino di fronte alla Cascina Bramante. Nel pomeriggio di sabato 9 avranno luogo le verifiche tecniche, che proseguiranno durante le prime ore del mattino di domenica 10, mentre la gara avrà inizio alle 9 di domenica, quando i piloti partiranno a gruppi di tre al minuto da piazza Molines. I 42 km di percorso attraverseranno alcuni boschi della nostra area montana, come la Colletta, borgata Tora, borgata Viretta ed il Colletto del Forno. I mezzi usati saranno tutti omologati da strada e sarà garantito il rispetto del codice della strada e del regolamento di gara. Grande attenzione sarà rivolta al rispetto dell’ambiente e del territorio, il Moto Club Terre Rosse infatti incaricherà a proprie spese una ditta per predisporre il ripristino, anche con mezzi meccanici, di tutti i punti toccati dal percorso. Sono inoltre stati costruiti dei ponti su rigagnoli e ruscelli cosicchè le ruote non tocchino l’acqua. Il tema della salvaguardia dei sentieri montani durante una simile manifestazione ha fortemente preoccupato il CAI di Giaveno, che al riguardo aveva inviato una lettera rivolta all’Amministrazione Comunale,  esponendo le proprie perplessità sulla concessione di un’autorizzazione per una tale manifestazione e puntualizzando che attualmente non vi sarebbero sul territorio comunale di Giaveno percorsi fuoristrada autorizzati ad essere percorsi con mezzi motorizzati. Il Sindaco Carlo Giacone ritiene che la manifestazione sia un modo per far conoscere Giaveno al di fuori del contesto locale, sottolineando anche l’importanza di svolgere la competizione nel rispetto del territorio su cui viene svolta.