A Giaveno una mostra sull’opera di Dino Pogolotti Una giornata dedicata a Cuba

Bentornato Pogolotti!

GIAVENO – Sabato 7 maggio a partire dalle 17.30 presso i locali di Villa Favorita sarà inaugurata la mostra “Al di qua e al di là dell’Oceano” dedicata alla figura e all’opera dell’emigrante giavenese Domenico Pogolotti, detto “Dino”. Egli fu artefice nel 1910 della costruzione di quasi mille abitazioni destinate ai lavoratori cubani de L’Avana, dotate di vari servizi in modo da formare un vero e proprio quartiere, un “barrio”, successivamente denominato “barrio Pogolotti”. L’esposizione – curata ed illustrata dalla dott.ssa Alessandra Maritano, ricercatrice della storia dell’emigrazione per il Museo Regionale dell’Emigrazione Piemontesi nel Mondo – sarà visitabile con ingresso libero in orario 10-12 e 15-18 domenica 8, sabato 14 e domenica 15 maggio. A seguito dell’apertura della mostra  verrà inaugurata la sezione giavenese dell’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba “Circolo Giaveno-Valsangone Dino Pogolotti”in via Umberto I n. 13. L’Amministrazione comunale porterà un saluto con gli interventi del Sindaco Carlo Giacone e del Consigliere Comunale delegato alla Cultura Edoardo Favaron. Inoltre sarà ospite una delegazione cubana composta da Eugenio Suárez Pérez – direttore dell’Oficina de Asuntos Históricos del Consejo de Estado, ufficio incaricato della conservazione e della restaurazione della documentazione storica della Rivoluzione cubana-; Acela Caner Román – membro del Comité Ejecutivo Municipal del Poder Popular del municipio di Marianao all’Avana, nonché firmataria per parte cubana del progetto di cooperazione con l’Italia incentrato sulla figura del giavenese “Sinergia in Pogolotti”-; Lesbia Vent Dumois – professoressa di Arte e membro del del Consejo Técnico Asesor del Consejo de las Artes Plásticas y del Consejo Editorial de la Revista Arte Cubano.  Sarà inoltre presente  il Presidente dell’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba Sergio Marinoni,  insieme al Coordinatore regionale del Piemonte Piercarlo Porporato. “È motivo di grande interesse per l’Amministrazione poter far conoscere e far riscoprire al pubblico con questa iniziativa, la vicenda umana e professionale di Domenico Pogolotti, e con essa il contesto storico e sociale di fine Ottocento e dei primi anni del Novecento, al di qua e al di là dell’oceano. – afferma il Sindaco Giacone – Un’opportunità stimolante per cogliere le capacità e le intuizioni praticate da un piemontese, da un giavenese nella lontana isola caraibica e cogliere anche l’attualità del cambiamento che sta interessando quel Paese”. Aggiunge il Consigliere Favaron: “Sono fiero di proporre una mostra che vuole essere un tributo a un giavenese che ha fatto la differenza e, allo stesso tempo, un’occasione per far conoscere la sua storia a tutti i nostri concittadini e alle giovani generazioni. Anticipo che questa sarà soltanto la prima di una serie di iniziative culturali incentrate sulla figura di Dino Pogolotti, che merita il giusto approfondimento e, per l’importanza storica e sociale rivestita, una doverosa considerazione istituzionale”.