A Nonno Di Bartolomeo il premio “Mimmo Parisi per una Susa migliore”

Foto Fondo Don PiardiFoto Fondo Don Piardi

SUSA – E’ la Susa che venne dal sud, la Susa fatta di siciliani, abruzzesi, sardi e sopratutto calabresi. La Susa del lavoro in fabbrica, in manifattura; la Susa del folklore, dello sport, la Susa che fu ed ora, dopo tre generazioni, è nel tessuto sociale tanto da non distinguersi più con i “piemontesi”. Questa Susa è ben rappresentata da due grandi personaggi uno è Mimmo Parisi, siciliano di Messina, mancato ad ottobre che seppe con il Palio unire e coinvolgere. L’altro è Giuseppe Di Bartolomeo semplicemente “Nonno Beppe”, mani callose dal lavoro, arrivato in valle in cerca di lavoro. L’uno e l’altro uniti idealmente in un giorno di festa per la consegna del neo premio “Mimmo Parisi per una Susa migliore” come “miglior” abruzzese di Susa. Il premio è stato ritirato durante una domenica d’incontro organizzata dal Fondo Don Piardi, Per una comunità solidale.