A Oulx si parla di zecche e processionaria Incontro venerdì 19 febbraio nella sala consigliare del Comune

Nido_di_processionaria

OULX – Venerdì 19 febbraio, nella sala consigliare del Comune (piazza Garambois 1), alle ore 21 si terrà l’incontro “Piccoli brividi. Processionaria e zecche. Fare attenzione ai nuovi ospiti in un clima che cambia”. Alla serata, organizzata dalla commissione Salute, interverranno la professoressa Paola Ferrazzi, docente di Entomologia Forestale all’Università degli Studi di Torino, e il professor Luca Rossi del Dipartimento Scienze Veterinarie del medesimo ateneo.  Esistono circa quaranta diverse specie di processionaria, insidioso parassita che deve il suo nome alla caratteristica abitudine di muoversi sul terreno in fila, formando una sorta di “processione”: le più diffuse in Italia sono la Thaumetopoea pityocampa (processionaria del pino) e la Thaumetopoea processionea (processionaria della quercia). Anche le zecche sono parassiti, grandi qualche millimetro, che possono insediarsi su diverse specie animali, come cani e gatti ma anche cervi e scoiattoli. Nel nostro Paese ne esistono due famiglie e a seconda dell’appartenenza veicolano patologie differenti trasmissibili all’uomo. È, pertanto, opportuno acquisire informazioni su di esse per riconoscerle, in una fase in cui, a causa dei mutamenti climatici a cui stiamo assistendo, sono particolarmente diffuse e resistenti. È questo lo scopo dell’incontro di sabato, perché “informare è meglio che curare”.

j7e03lw