A Rivalta due “occhi” elettronici sorvegliano il cimitero

telecamere-cimitero

RIVALTA – Sono bianche e nere, di linea moderna e tengono d’occhio dall’alto il cimitero cittadino. Sono le due telecamere che, posizionate sulla costruzione annessa al cimitero  usata come deposito per gli attrezzi, sono entrate in funzione a inizio settimana e serviranno a scoraggiare furti e danneggiamenti. Come le 54 “sorelle” installate nei mesi scorsi sul territorio – in aggiunta alle 15 già esistenti – per garantire la videosorveglianza dei luoghi pubblici più significativi, le due telecamere fisse  HDTV tipo Megapixel sono equipaggiate con sistema di registrazione ad alta risoluzione, capace di immagazzinare nella memoria interna sette giorni e sette notti di immagini. Così, puntata l’una sullo spazio antistante l’ingresso principale e l’altra sul parcheggio laterale, ambedue controlleranno l’entrata e l’uscita da cimitero e la fruizione del posteggio, teatro troppo spesso di atti vandalici sulle auto e di comportamenti indecorosi. Soddisfatto dell’installazione e cautamente speranzoso di tempi migliori è il custode Lello che ultimamente si è dovuto  improvvisare sorvegliante,  alle prese con padroni che non raccolgono le deiezioni dei propri cani, ladruncoli di piantine appena messe a dimora nei vasi,  “topi” d’auto che si accaniscono sulle vetture posteggiate e maleducati che scendono dall’auto e usano i prati che costeggiano il viale d’accesso come latrina a cielo aperto.