A Rivalta, “molto rumore per nulla” Sono fuggiti senza bottino i ladruncoli della scuola dell'infanzia "Bruno Munari"

RIVALTA – Sono entrati pensando di trovare un tesoro ma sono fuggiti a mani vuote. I ladruncoli che nella notte fra giovedì e venerdì hanno preso di mira la scuola dell’infanzia “Bruno Munari” di frazione Gerbole si sono introdotti nell’edificio forzando una finestra che affaccia sulla via. Una volta all’interno, si sono aggirati per aule e corridoi mettendo a soqquadro cassetti e schedari, sparpagliando il contenuto sui pavimenti e accanendosi poi su una porta chiusa a chiave, pensandola a protezione di chissà quali tesori. Una volta rottala, però, si sono trovati di fronte non a una stanza colma di ricchezze ma a uno sgabuzzino che custodiva lontano dalle manine curiose dei piccoli alunni attrezzi e prodotti per la pulizia. Delusi, i ladruncoli si sono perciò dileguati nella notte, uscendo da dove erano entrati e lasciando dietro di loro una porta rotta, una finestra dissestata, molto disordine e la sempre maggiore necessità di un impianto di allarme.