A Rivalta una nuova vita per vecchi abiti

RIVALTA – Cambia la stagione e muta l’abbigliamento, e può  accadere che da un anno all’altro da armadi e scarpiere emergano abiti, calzature e accessori che  sembrano aver fatto il loro tempo. Per  liberarsi finalmente di ciò che, seppure ancora in buono stato, non si desidera più indossare ma di cui non ci si vuole disfare  per non sentirsi in colpa, si può decidere di recarsi domenica 27 novembre dalle 9 alle 17 presso la caserma dei Vigili del Fuoco Volontari in via Einaudi portando in sacchi di plastica scarpe, vestiti, borse e accessori, non suddivisi e ancora  in condizioni decorose. Anche quest’anno, infatti, su idea e iniziativa degli Ecovolontari Rivaltesi onlus, avrà luogo la decima edizione rivaltese della  raccolta di indumenti smessi e scarpe usate effettuata dalla Cooperativa Lavoro e Solidarietà di  Verolengo. Perciò, grazie all’aiuto e alla generosità dei cittadini,  i vestiti così raccolti, se ancora i buono stato, verranno smistati nei centri specializzati, ripuliti, sanificati e destinati all’esportazione. Altri capi, invece, una volta lavati e classificati per colore, diventeranno stracci in cotone per pulizia  oppure filo di lana dopo essere stati sfilacciati e cardati. E, visto che del raccolto nulla va sprecato, i tessuti non utilizzati per i precedenti impieghi  saranno frantumati per fabbricare materie isolanti destinate alle automobili e alle costruzioni. “Una iniziativa che pare sempre utile e gradita ai cittadini il cui risultato più modesto è stato di due tonnellate. – spiega giustamente soddisfatta la presidente degli Ecovolontari Rivaltesi onlus Gabriella Cibin – In più, dal 2015 la raccolta fornisce anche gli abiti e gli accessori in piccola quantità selezionati da noi per la nostra riproposizione nella sfilata di moda primaverile”. Quindi una raccolta bene organizzata che, al di là dell’indubbio pregio di offrire un servizio alla cittadinanza, aiuta a preservare l’ambiente abbassando il volume del materiale conferito in discarica e crea posti di lavoro a favore di persone svantaggiate.