A Rivoli il PD nei mercati tra la gente per spiegare le ragioni del SI

mercato-1

RIVOLI – C’è chi parla dei partiti chiusi nei palazzi, senza dialogo con la piazza. C’è chi dice che i partiti, quelli tradizionali, passano il loro tempo nelle beghe, a scovare i mille modi per truffare il più possibile. C’è di dice che il Partito Democratico ha fatto del Referendum un pro o contro del suo leader. Per sapere se questo è vero, se davvero la politica, una parte, funziona così oggi sono andato al mercato nel quartiere Fratelli Cervi, poco al di là di Corso Francia. Bene, tra i banchi del pollame e quello della frutta, ho trovato i giovani del PD che volantini alla mano spiegavano ai passanti le loro ragioni sul Referendum. Ragazzi giovani, pieni d’entusiasmo, di quelli che s’impegnano nel volontariato, che credono nella cause per cui spendono tempo ed energie. “Crediamo nel contatto  con i nostri concittadini- mi dice uno di loro – abbiamo sempre fatto così e così faremo”. In centinaia di incontri qui in strada in queste settimane spiegheremo perchè è un bene votare si. Si fermano in molti, interessati e incuriositi dal prossimo referendum. In realtà pochi sanno davvero di ciò che si tratta. “La nostra azione è qui oggi come negli altri mercati” mi spiega Marco Tilelli – nelle serate e nel dialogo quotidiano con i rivolesi. Il nostro partito è vivo e vegeto, ha una componente giovane e tutti crediamo nell’onestà della politica, nell’azione del fare e non passiamo il tempo a lamentarci ma lavoriamo con fatica per il bene comune”.