A Rivoli un convegno sul gioco d’azzardo Venerdì 17 febbraio presso la Sala Consigliare

Macchine per il gioco elettronicoMacchine per il gioco elettronico

RIVOLI – Il gioco d’azzardo? Divertimento o dipendenza? Se ne parla venerdì 17 febbraio, a partire dalle 20,30, a Rivoli presso la sala consiliare di via Capra 27, al convegno «Gioco d’azzardo: divertente o dipendente? Analisi comparata del tema, in Piemonte e in Italia», organizzato dall’Osservatorio Antimafia del Comune di Rivoli con l’obiettivo di promuovere e diffondere la cultura della legalità e il rispetto delle norme, mediante iniziative di sensibilizzazione che coinvolgano la comunità.

Il gioco d’azzardo

Il Comune di Rivoli – afferma il sindaco Franco Dessìha accolto con favore la proposta dell’Osservatorio Antimafia di Rivoli di tenere questo importante appuntamento che si svolge in un momento particolarmente sensibile per la tematica del gioco d’azzardo. Il nostro Comune è stato il primo ad adottare un provvedimento di limitazione degli orari di funzionamento delle slot-machine a tutela della salute dei propri cittadini. Oggi la situazione si presenta confusa, con il Consiglio di Stato che ha sospeso l’ordinanza del Comune di Torino rimandando al TAR del Piemonte una rapida decisione nel merito del ricorso presentato dai gestori”.

Fatturato

L’Italia, secondo i dati del 2012, è un Paese in cui si spendono circa 1.260 euro pro capite in gioco d’azzardo, dando vita a un fatturato legale di 76 miliardi di euro all’anno e a uno illegale di almeno 10 miliardi di euro. Le mafie in tutta la penisola traggono grandi profitti attraverso il gioco illegale e dispongono di un efficiente sistema di riciclaggio grazie a quello legale.