A Sant’Ambrogio un corso per elaborare il lutto Martedì 24 gennaio alle ore 21 presso la Sala Consiliare

ama

S.AMBROGIO – Martedì 24 gennaio alle ore 21 presso la Sala Consiliare i professionisti dell’Istituto di Counseling Relazionale Artemisia introdurranno la serata di presentazione del gruppo A.M.A. che inizierà la sua attività nel mese di febbraio presso la Torre Comunale, sede dei locali storici della biblioteca, il cui tema riguarderà l’elaborazione del lutto. Come mai oggi abbiamo una maggiore difficoltà, rispetto ai tempi passati, ad elaborare il lutto? La prospettiva di vita di un individuo si è allungata notevolmente, ma è cambiato il contesto, l’ambiente in cui viviamo. Nonostante i bisogni primari siano oggi soddisfatti, è diminuita la possibilità di soffermarsi su un evento come il lutto, generalmente vissuto in modo più traumatico rispetto al passato. Ci troviamo impreparati e la persona che vive un lutto è circondata spesso da silenzio, isolamento e solitudine: il lutto ricorda la morte e le sue dolorose conseguenze. Non familiarizziamo più con la morte: oggi è una nuova forma di pudore e non se può parlare. E’ venuta a mancare una cultura di fine vita che tenga conto del travaglio emotivo, spirituale e relazionale del morente e delle persone a lui vicine. Non troviamo le parole per accompagnare i morenti, consolare i familiari, non troviamo lo spazio per vivere il travaglio del lutto: la morte spezza il legame con una persona amata, la vita di chi resta cambia. L’elaborazione è spesso complicata dall’incredulità che si prova di fronte alla perdita “non ci posso credere…”, “mi sembra di essere in un incubo…”: è la fase della negazione. A questa generalmente segue la fase delle emozioni forti come il grande dolore, la rabbia, il senso di colpa per non aver fatto abbastanza, la paura di non riuscire a farcela. Quando la persona ha avuto modo di elaborare quanto è successo, giunge ad accogliere la propria condizione, impara a contenere il dolore – che non significa dimenticare o farlo sparire: è la fase dell’accettazione. Nella fase della riorganizzazione, la persona avverte che alcuni aspetti acuti del dolore cominciano a ridursi e la persona afflitta si riaffaccia al ritorno alla vita. Scopo del Gruppo A.M.A. è quello di accogliere e sostenere le persone che hanno patito un lutto, vicino o lontano nel tempo, e attraverso la condivisione delle esperienze e la compartecipazione, offrire il supporto necessario per l’elaborazione stessa, in un clima di assoluta riservatezza, rispetto reciproco e libertà d’espressione. Gli incontri, che sono a titolo gratuito, si terranno il giovedì sera presso la saletta a piano terra della Torre Comunale (P.zza San Giovanni 5) con cadenza quindicinale, presumibilmente dalle ore 20:30 alle 22 (gli orari sono a titolo indicativo e potranno eventualmente essere adeguati alle necessità dei partecipanti).

Il gruppo A.M.A. sarà condotto da due facilitatrici accreditate dell’Istituto di Counseling Relazionale Artemisia (www.counseling-formazionepersona.it) con sedi a Torino, Borgone ed Ivrea: Sandra (Counselor Relazionale 373-8610474) e Silvia (Educatrice e Counselor in training 339-8344656), contattabili per informazioni e chiarimenti.