A Sant’Antonino un sistema di raccolta e uso dei pannoloni Il primo caso in valle, sarà controllato dall'Acsel

municipio sant'antonino 2

S.ANTONINO – Qunati pannoloni ancora utili vengono buttati? Si potrebbero usare per chi ne ha necessità anche per non gravare sulle spese di smaltimento? L’idea è venuta all’assessore Rocco Franco, che dice:”Con la Giunta ho condiviso una gestione differente così da procedere ad una raccolta specifica dei pannoloni per anziani, disabili o, comunque, adulti che devono purtroppo usufruire di questo servizio. Questo perchè, sia chi abita in una casa privata sia chi abita in un condominio, grava comunque avendo noi la tariffa puntuale sugli svuotamenti, se pensiamo infatti che occorre cambiare il pannolone almeno 4 o 5 volte al giorno, si capisce come questo pesi sugli svuotamenti. A Sant’Antonino abbiamo infatti, ad esempio,  una famiglia i cui due anziani hanno entrambi i pannoloni; pensa quindi quanti svuotamenti devono fare“. Come funziona il servizio. Ci sarà un cassonetto, sempre verde,  sopra scritto “Rifiuto Indifferenziato Dedicato”, e sarà dotato di una chiave che avrà solo l’utilizzatore dei pannoloni. Significa che anche chi abita in condominio ne usufruirà, non pesando quindi sugli altri condomini nè su stesso; ci saranno dei controlli molto stretti dell’Acsel per evitare qualunque abuso.  Chi ne ha bisogno dovrà andare in comune e richiedere il servizio su apposita modulistica; dovrà dichiarare di usufruire della legge e avere una dichiarazione medica.