A Sant’Antonino un successo la cena calabrese Pennone: "Una grande festa, il prossimo sarà la Notte Cremisi di sabato 25"

calabrese 5

S.ANTONINO – Sabato 18 giugno si è svolta nelle tecnostrutture di Piazza della Pace la cena: “Eterni sapori di Calabria”. Una festa sotto la pioggia, una grande cena con divertimento  per ritrovarsi e condividere la terra di provenienza. Nel menù c’erano, spero di scriverli giusti: i Cacocciuli ca’ pasta, la Cuccìa, i Fileja. Poi le ottime cuoche hanno servito le Frittole, i Curcùci e naturalmente la Surpressata. Poi ecco i Ficatu e le Purppetti, i Pipi fritti e i Ammuddicati. Attenzione ai Mastazzola il Pezzo duro e i Marzelletti. Più tavolate festanti, gente di Sant’Antonino, da fuori, tutti accomunati dalla voglia di condividere di stare insieme. Ai fornelli le donne del paese, i volontari della Pro Loco e gli amministratori (Antonio Ferrentino con grembiule e mestolo), tranne il sindaco Susanna Preacco tacciata di non essere uno chef, così eccola alle prese con i piatti da servire. “Una bella cena nonostate il tempo non ci abbia aiutato– dice il presidente della Pro Loco Maria Pennonetanti amici con la voglia di stare insieme. Un bell’impegno, il prossimo sarà la la Notte Cremisi di sabato 25. Noi della Pro Loco proprio non sappiamo stare fermi!