A spasso per Giaveno: tra storia, cultura e tradizione Tour sensoriale il 25 giugno alle ore 16.

giaveno

GIAVENO – Il 25 giugno è previsto un nuovo tour sensoriale della città di Giaveno, una camminata tra cultura e tradizione promossa dalla locale Associazione Commercianti e Artigiani. Leggenda e storia si intersecano nelle origini di Giaveno, città che si adagia su un altopiano ai piedi del massiccio prealpino dell’Orsiera-Rocciavrè e dell’omonimo parco naturale fra due ali di montagne che abbracciano idealmente i sottostanti laghi alpini di Avigliana con la medioevale Sagra di San Michele e, in lontananza, la pianura torinese. Giaveno ha antiche origini medioevali, i cui primi cenni storici risalgono al 773, e fu forse un antico villaggio romano prima, poi un libero comune che vedeva le fucine del ferro e le fonderie affiancare le filature della canapa e della seta. Nel 1347 divenne una cittadella fortificata circondata da alte mura intervallate da torri, di cui ancora oggi possiamo ammirare le vestigia, per difendersi dalle incursioni nemiche. Oggi Giaveno è una cittadina accessibile da Torino in soli 30 minuti, grazie alla galleria sotto il monte Cuneo, che offre ai cittadini torinesi la possibilità di immergersi nella natura e nella storia dell’altopiano giavenese anche solo per una scampagnata di fine settimana. Arte, cultura, passeggiate in montagna o escursioni in bicicletta, visite alle cascine che producono i famosi formaggi giavenesi, ma anche i prodotti ortofrutticoli, il miele e, naturalmente, i funghi, che attirano migliaia di appassionati nei mesi autunnali. La locale associazione commercianti e artigiani vuole promuovere il nostro territorio con una serie di iniziative, la prossima il 25 giugno,volte a scoprire le bellezze storiche, naturalistiche e produttive del nostro paese, organizzando tour guidati da una guida locale, che ci farà entrare tra le antiche contrade della Città per scoprire il nostro borgo medioevale, fra palazzi e dimore storiche aperti esclusivamente per l’occasione, come Villa Gerardi, Palazzo Corte dei Drappi e Villa Cardinal Maurizio. In un percorso sensoriale tra arte antica e contemporanea, mostre pittoriche e fotografiche, laboratori creativi,  i partecipanti  potranno anche ammirare Giaveno dall’alto, per cogliere con un solo colpo d’occhio gli antichi tesori nascosti della Cittadella Abbaziale. All’interno delle dimore storiche alcuni momenti di musica dal vivo ci faranno rivivere le antiche musiche medioevali che risuonavano fra quelle mura. Il tour sarà allietato da degustazioni di produttori locali e si concluderà presso l’Enoteca storica Tossi, nata nel 1861, anno dell’unità d’Italia. Ripercorreremo  il percorso storico di questa piccola azienda, prima in Piemonte a produrre chinotti e gassose, tappate con le vecchie  “biglie” di vetro, produzione continuata fino al 1996, per poi evolversi nella ricerca di vini autoctoni, in particolare di montagna. L’erede del fondatore ci accompagnerà in questa bella storia famigliare e imprenditoriale, chiudendo il nostro tour con una degustazione di vini di montagna. La partecipazione è totalmente gratuita e il numero di partecipanti massimo è di 30 persone, quindi la prenotazione è obbligatoria, da farsi telefonando al  333 3078989. Il ritrovo è fissato in Piazza San Lorenzo davanti alla Chiesa Parrocchiale alle ore 16.