A Susa Motori Montani per la solidarietà Domenica 24 luglio all'Autoporto

motori 1

SUSA – L’idea su cui verte la manifestazione nasce nel 2005 dall’unione di intenti dei responsabili del Valsusa Motor Team e i funzionari dell’Ecomuseo delle Terre al Confine di Moncenisio. Lo scopo di tale iniziativa è quello di avvicinare, ovvero di far provare a ragazzi diversamente abili, le sensazioni e le emozioni della guida “sportiva” su un’auto da rally; sensazioni che, per ovvi motivi, sarebbero negate a tutti loro nella quotidianità. Ovviamente, trattandosi dia un manifestazione a scopo sociale e non sportivo l’andatura sul “campo di gara” simulato è rigorosamente “turistica”. Ciò, però, nulla toglie all’emozione di salire su un’auto da gara. Come detto l’idea nasce nel 2005 e subito ha riscosso un grande successo a livello di partecipazione. L’associazione Audido di Alpignano, contattata a tal proposito, ha risposto con entusiasmo portando sul “campo di gara” un gran numero di “aspiranti navigatori”. Nel 2006, a seguito del successo della prima edizione, all’associazione Audio si è aggiunta l’associazione “Oasi” di Novara. Nel 2007, dopo le prime due edizioni, la manifestazione si è trasferita da Moncenisio a Gravere, una collocazione più ampia che ha permesso di aumentare, fin da subito, il numero di auto presenti e il numero di partecipanti. Nel 2008 si sono aggiunte l’associazione “Famiglie e volontari per l’handicap” di Carmagnola, l’associazione “Casa decibel” di Pianezza ed un gruppo di disabili segnalati dal Conisa Valsusa. Nel 2009 abbiamo raggiunto un parco di 18 Vetture e oltre 300 partecipanti che hanno condiviso con noi la grande giornata che, come novità dell’anno, ha visto la somministrazione, altre al solito pranzo del mezzogiorno anche una “merenda sinoira” con opportuno sottofondo musicale. Nel 2010 alla manifestazione abbiamo aggiunto, durante la mattinata, il primo torneo di calcio “motori montani” dove ragazzi diversamente abili, ragazzi normodotati e piloti si sono sfidati su un campo “alternativo” a quello solito di gara. Nel 2011 la manifestazione si è svolta sempre presso il Comune di Gravere, mantenendo inalterato il consolidato programma rispetto all’edizione 2010, ha raggiunto la partecipazione di 24 vetture. In allegato trasmettiamo una breve rassegna stampa della giornata. Nel 2012 la manifestazione si è svolta con lo stesso format degli anni precedenti, raggiungendo le 28 vetture partecipanti. Nel 2013 ulteriore step evolutivo; sono state inserite una serie di novità che vanno dalla presenza di un simulatore di guida virtuale al simulatore di ribaltamento e urto frontale messi a disposizione da Motor Oasi Piemonte Nel 2014 la manifestazione passa a due giorni; grazie alla collaborazione del Gruppo Alpini di Giaveno il coinvolgimento delle associazioni di diversamente abili inizia dal sabato, con musica e intrattenimento, tendone per ospitalità da 200 posti che offre la possibilità di cenare in allegria. Nel 2015 è stato ripetuto lo stesso format del 204, ovvero una “due giorni”, sempre coadiuvati dal Gruppo Alpini. Il 2016 propone una serie di grandi novità; Motori Montani cambia volto, si trasferisce a Susa, presso l’impianto di Motor Oasi, per una giornata a “Tutto Motore”, dove i ragazzi delle associazioni diventeranno “navigatori per un giorno” a fianco dei piloti, su un tracciato ricavato all’interno della pista di guida sicura e gli accompagnatori / amici potranno dilettarsi con l’intrattenimento offerto dall’organizzazione. E’ prevista la partecipazione, in forma ufficiale, con un evento dedicato, del Lancia Delta One Club Trovate tutte le info sulle edizioni precedenti sulla pagina facebook “Motori Montani”. Motori Montani, come detto in apertura, verte sull’unione di intenti tra l’abilità e la professionalità dei piloti appartenenti alla scuderia “Valsusa Motor Team” e la genuina passione dei ragazzi diversamente abili (in maggioranza autistici e down) appartenenti alle associazioni coinvolte e la partecipazione del gruppo di volontari che, da sempre, organizza e coordina la giornata.

motori