Ad Avigliana apre la “Grande fabbrica della guerra” Venerdì 9 dicembre al Fassino alle ore 21

avigliana-film-guerra

AVIGLIANA – Un film realizzato dagli studenti dell’Istituto Avogadro di Torino, con il contributo del MIUR Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione con la preziosa collaborazione di Museo del Cinema e con la partecipazione del Museo Storico Nazionale d’Artiglieria e dell’Archivio Storico della Città di Torino, è stato realizzato ed ora verrà proiettato ad Avigliana. “Alcuni studenti dell’Istituto Avogadro scoprono nei sotterranei della scuola una strana macchina che, riattivata dopo 100 anni, porta alcuni soldati della prima guerra mondiale ai giorni nostri. Ciascuno di loro potrà quindi raccontare ai ragazzi di oggi la realtà delle trincee e dellʼindustria bellica, tra entusiasmi patriottici, follia degli scemi di guerra e contestazione. Un viaggio nel tempo attraverso immaginazione, memoria e materiali dʼarchivio” presentano gli organizzatori.  Il film, di natura didattica, è frutto di un lungo percorso in cui gli studenti della scuola hanno svolto un lavoro di ricerca inerente la storia dell’industria bellica italiana negli anni della Prima Guerra Mondiale. Attraverso la visione di film sulla tematica gli studenti hanno inoltre sperimentato il linguaggio cinematografico fino a creare una vera e propria sceneggiatura, contenente elementi di finzione e di realtà grazie all’integrazione di materiali d’archivio. La ricerca dei materiali originali dellʼepoca del muto si è svolta anche presso collezioni private, in cui è stato possibile scoprire anche un rarissimo filmato di immagini aeree sulla città di Torino su pellicola 35mm. In seguito, gli studenti hanno lavorato su un vero e proprio set cinematografico sotto la guida di professionisti del settore, spartendosi ruoli tecnici ed artistici. Un progetto realizzato lungo due anni scolastici, che ha messo a dura prova i ragazzi con grandi responsabilità e senso del lavoro, portandoli ad un grande risultato: aver costruito un vero e proprio film. Il progetto è stato ideato da Alessandro Rota, regista ed ex studente dellʼIstituto Avogadro. Il film verrà proiettato in numerose occasioni sotto la supervisione dellʼAssociazione Culturale Officine Ianós, con lʼobiettivo principale di diffondere questa tipologia di esperienza in cui il cinema viene utilizzato come strumento innovativo e coinvolgente nei programmi scolastici, sensibilizzando così gli studenti ad affrontare lo studio di una materia o la discussione di una tematica attraverso il linguaggio audiovisivo.