Ai Muni una targa ricorda Shota Namiceishvili

condove-muni

CONDOVE – Si è svolta sabato 1° ottobre la commemorazione nella frazione Muni, da parte dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia sezione Condove-Caprie, dell’uccisione di un combattente georgiano che disertò dall’esercito tedesco, nel quale era inquadrato, e fuggì sulle montagne. Nel piccolo abitato, con un compagno che scampò all’uccisione nascondendosi, fu sospreso dalla Wehrmacht e trovò la morte; era il 15 aprile del 1945. Grazie ad una ricerca storica condotta dall’Associazione Russkij Mir di Torino, il partigiano georgiano caduto a Muni è stato identificato con certezza e, durante la cerimonia, è stata inaugurata una targa con il suo nome: Shota Namiceishvili. Inoltre l’amministrazione ha deciso di dedicare il piazzale della borgata alla “113ª Brigata Garibaldi – Distaccamento Partigiani Georgiani”.