Al Bianca Della Valle le “nonne” trionfano come modelle Un successo la sfilata organizzata all'Ospedaletto in occasione della Festa della Mamma

RIVALTA – Adriana, Angela e Angelina.  E anche Augusta, Egga,  Gilda e Margherita. E poi  Maria Teresa, Norina, Olinda, Rita e Rosy. Sono le ospiti della casa di riposo Bianca Della Valle che ieri, martedì 10 maggio, in occasione della Festa per la Mamma si sono trasformate in modelle. Hanno così indossato cappelli e cappellini, foulard e sciarpe – messi a disposizione dalla sempre elegante presidente degli “Amici di Bianca” Adriana Cavalli – e hanno sfilato con un pizzico di civetteria e molta disinvoltura, retaggio di un tempo in cui comparire in una occasione importante senza cappellino, guanti, borsetta e scarpe “intonati” era considerato disdicevole. Sorridenti e luminose per il trucco leggero applicato con tenera maestria da Elisa della Nuova Assistenza, le “nonne” si sono mosse in passerella da sole, anche improvvisando passi di danza sulle note della fisarmonica suonata da Lorenzo Belletti, oppure appoggiate alle braccia gentili e affettuose di volontari e operatori, e sempre ricevendo applausi e lacrime commosse dal pubblico e dalla disponibile e gentilissima direttrice Laura. Alle modelle hanno poi dedicato poesie delicate e versi scherzosi la presidente degli Ecovolontari Rivaltesi onlus Gabriella Cibin e il poeta Giovanni Teti, in arte Siolot, che per l’occasione ha anche vestito panni femminili, suscitando risate e divertimento, a conclusione di un pomeriggio tenero e delizioso, iniziato con i fiori, gli applausi e le dolci parole di Mirella Ricci per le tre socie onorarie degli “Amici di Bianca” Anna Piovano, Maria Masieri e Vittoria Comba, che solo l’età non più verde tiene lontane dai “nonni” e dalle “nonne”.