Al Des Ambrois di Oulx la Giornata del libro Parte del ricavato andrà alle scuole di Norcia

La fiera del libro a OulxLa fiera del libro a Oulx

OULX – Venerdì 21 aprile si è svolta al Des Ambrois di Oulx la Giornata del libro che cade nella ricorrenza della festa di San Jordi. All’evento, organizzato in anticipo rispetto al tradizionale 23 Aprile, hanno partecipato bambini della scuola Primaria, i ragazzi delle Medie, e dell’Istituto Superiore di Oulx, scambiandosi con viva partecipazione libri usati, rose di carta fatte a mano dagli stessi bambini, sull’esempio di quanto avviene tradizionalmente in Spagna dove le persone che si vogliono bene il 23 Aprile si scambiano in dono rose e libri riallacciandosi alla leggenda del cavaliere Jordi.

La leggenda

Secondo la leggenda in una città chiamata Selem, in Libia, si trovava un grande stagno, tale da poter nascondere un drago, che, avvicinandosi alla città, uccideva con il fiato tutte le persone che incontrava. Gli abitanti gli offrivano per placarlo due pecore al giorno ma, quando queste cominciarono a scarseggiare, furono costretti a offrirgli una pecora e un giovane tirato a sorte. Un giorno fu estratta la giovane figlia del re, la principessa Silene. Il re, terrorizzato, offrì il suo patrimonio e metà del regno per salvarle la vita, ma la popolazione si ribellò, avendo visto morire tanti suoi figli. Dopo otto giorni di tentativi, il re alla fine dovette cedere e la giovane si avviò verso lo stagno per essere offerta al drago. In quel momento passò di lì il giovane cavaliere Giorgio (Jordi) che sconfisse il drago e dal suo sangue fiorì una rosa che il giovane Jordi raccolse e regalò alla principessa. Di qui la tradizione del duplice dono, che trasforma la Festa di San Giorgio in un momento di cultura e di tenerezza, oggi festeggiata in Ottanta paesi.

La giornata

La giornata del 23 Aprile, nata in Spagna nel 1926 per commemorare la figura di Miguel de Cervantes e, successivamente legata alla scomparsa dello scrittore catalano Josep Pla e del drammaturgo inglese William Shakespeare, è stata istituita dall’UNESCO come “Giornata Mondiale del Libro e dei Diritti d’autore“. Accanto alle bancarelle ricche di libri, è stata allestita una graziosa mostra di disegni sulla leggenda di San Giorgio realizzata, per l’occasione, dai bambini della Primaria. La festa si è poi spostata sabato 22 aprile in piazza Garambois, di fronte alla Biblioteca Comunale dove è stata allestita nuovamente una bancarella di libri. Lo scambio di libri con una rosa, al prezzo simbolico di 1 euro ha dato la possibilità all’Istituto di sostenere la biblioteca della scuola dell’infanzia di San Francisco d’Echeverrija in Salvador, nell’ambito del progetto di solidarietà e cooperazione decentrata “Sete di Giustizia”. Inoltre, parte del ricavato andrà all’Istituto Superiore Battaglia di Norcia, colpito nell’estate del 2016 dal terremoto, per aiutarli nella ricostruzione e nella ripresa delle attività scolastiche.