Al Ferrari di Susa l’alternanza scuola-lavoro è attiva e funziona

Il Centro Culturale Diocesano di SusaIl Centro Culturale Diocesano di Susa

SUSA – Per l’anno scolastico in corso l’offerta relativa all’alternanza scuola-lavoro del corso di Liceo Scientifico Ferrari ha ampliato i suoi percorsi; difatti, oltre alle interessanti e valide collaborazioni con le Aziende del territorio, già instaurate nel passato anno scolastico, quest’anno sono state acquisite due nuove Convenzioni: una con SiTI e una con il Centro Culturale Diocesano di Susa, che si ringraziano per la cortese disponibilità e l’importante sinergia operativa. In entrambi i casi si tratta di innovative opportunità di svolgere le 200 ore, previste dalla normativa, in modo più ampio e articolato, con un occhio di attenzione al territorio e all’ambiente alpino in cui gli studenti vivono e si muovono ogni giorno.

SiTI – Istituto Superiore sui Sistemi Territoriali per l’Innovazione è un’Associazione costituita nel 2002 tra Politecnico di Torino e Compagnia di San Paolo, che svolge attività di ricerca e formazione orientate all’innovazione e alla crescita socio-economica. L’Istituto opera come integratore di competenze, nell’intento di offrire risposte praticabili ai complessi problemi che riguardano il territorio e i suoi sistemi di funzionamento. Avvalendosi delle conoscenze disponibili nel Politecnico di Torino, nelle Università e in altri centri di ricerca, le sue attività si concentrano nei settori: Logistica e trasporti, Patrimonio ambientale e riqualificazione urbana, Sicurezza del territorio. Inoltre l’importante settore “Cooperazione Internazionale” persegue l’obiettivo di partecipare a progetti di ricerca applicata nell’ambito vasto delle politiche di intervento sui sistemi territoriali, a livello europeo, nazionale e locale, miranti a promuovere la competitività, l’innovazione, l’accessibilità, lo sviluppo sostenibile del territorio e la valorizzazione del patrimonio. SiTI svolge attività strumentali di monitoraggio e valutazione nei diversi settori di intervento della Compagnia di San Paolo. Nel nostro caso, gli studenti del Ferrari saranno impegnati in un progetto che coinvolge le aree alpine dal punto di vista naturalistico-ambientale- urbanistico, con una particolare attenzione alla sicurezza del territorio, sotto la supervisione degli ingegneri che hanno elaborato il progetto stesso, che è in fase di realizzazione. La sede dove gli studenti svolgeranno l’alternanza è ubicata a Torino, presso le restaurate Officine Grandi Riparazioni, in zona centrale, a poca distanza dal Politecnico, con cui saranno in stretto contatto, operando con i più moderni ed innovativi strumenti tecnico-scientifici.

Il Centro Culturale Diocesano di Susa (con cui il Ferrari da anni collabora per il progetto “Tesori d’Arte e di Cultura Alpina”, volto alla tutela, alla promozione e alla valorizzazione del patrimonio storico-artistico del territorio) si occupa dal 2000 di coordinare le attività di tre Enti diversi, rappresentativi della storia e della cultura della Valle: Archivio storico, Bilioteca e Sistema Museale, operando nei campi di arte sacra, archeologia, fortificazioni, cultura e tradizioni popolari, ambiente, enogastronomia. Nella sua millenaria storia la Valle di Susa è stata terra di transito e di conquista per numerosi popoli che hanno dato vita ad un prezioso patrimonio culturale, di cui rimane traccia nelle testimonianze artistiche, architettoniche, archeologiche, letterarie che gli studenti saranno messi in grado di conoscere appieno, grazie al periodo di alternanza che svolgeranno presso il Sistema Museale (che comprende i musei di Susa, Novalesa, Giaglione, San Giorio, Melezet) o presso la Biblioteca e l’Archivio. Anche la preparazione artistico-umanistica, inscindibile da un completo bagaglio culturale, avrà così il giusto rilievo nel percorso di studi liceali, soprattutto alla luce del fatto che la recentissima normativa scolastica prevede un particolare rilievo dell’alternanza scuola-lavoro tra gli argomenti principi del futuro esame di maturità, a partire dal 2018.