Al mercato di Bussoleno la Fiom-Cgil dice No al Referendum

cgil-1

BUSSOLENO – In un giorno di mercato gli iscritti alla Fiom sono scesi incampo per il No al Referendum sulla costituzione. L’invito a manifestare l’intenzione di voto è arrivato da Roma. “Ferma restando la libertà di posizioni individuali di iscritti e dirigenti, l’Assemblea generale della Cgil invita a votare ‘No’ in occasione del prossimo Referendum costituzionale“. L’ordine del giorno della riunione degli organismi dirigenti della Cgil ufficializza la posizione del sindacato. “Pur condividendo l’intenzione di cambiare l’equilibrio dei poteri tra Regioni e Stato, l’esito non è convincente” si legge nel documento finale, in cui la riforma viene definita “un’occasione persa per introdurre quei necessari cambiamenti atti a semplificare, rafforzandole, le istituzioni“. La Cgil però ha anche fatto sapere che “nel preservare la propria autonomia” non aderirà ad alcun Comitato.