Al “Rosa” arriva il Professor Alessandro Barbero per la “Notte Nazionale dei Licei Classici” Porte aperte a Susa e in 367 Licei di tutta Italia venerdì 13 gennaio per rivendicare l'importanza della cultura classica

notte-nazionale-del-liceo-classico-2017-377744-660x368

SUSA –  Per il terzo anno consecutivo anche il Liceo “Norberto Rosa” di Susa aderisce all’iniziativa della Notte Nazionale dei Licei Classici, appuntamento promosso dalla rete scolastica dei Licei Classici italiani, che si terrà il prossimo venerdì 13 gennaio  dalle ore 18.00 fino alla mezzanotte. Sarà un’occasione sia per stare insieme fra studenti, geniotori, professori ed ex licelai, sia per assistere a spettacoli, letture, conferenze, balli, organizzati e concretizzati dagli stessi studenti.

Il “Rosa” – come tutti i Licei Classici aderenti – aprirà le porte in contemporanea con gli altri Istituti. La serata intende, appunto, sensibilizzare l’opinione pubblica e le nuove generazioni circa l’importanza e l’attualità del curricolo degli studi classici. In questa occasione gli studenti di terza media e le loro famiglie potranno visitare la scuola, conoscere l’offerta formativa, avere informazioni sull’indirizzo di studi, sulle attività che lo caratterizzano e sulle modalità e sui tempi di iscrizione.

Il Liceo di Susa, brutto fuori, visto che urbanisticamente l’attuale edificio scolastico deturpa proprio quello che era il cuore della Segusium romanizzata, la Piazza Savoia, ma ricco dentro, visto che da ben 156 anni è stata la fucina e il luogo dovo si sono formate intere classi dirigente valsusine. E dopo un periodo a rischio – oggi è più vivo e vivace che mai.

Ad una delle rappresentati degli studenti nel Consiglio di Istituto, la segusina Ilaria Genovese, frequentante la 4a liceo, chiediamo perché oggi un ragazzo delle medie dovrebbe guardare al classico – e quindi mettersi a studiare greco e latino –  per la sua formazione scolastica superiore: “Penso sia fondamentale essere in possesso di una solida cultura classica, una cultura che non solo è in grado di trasportarti in epoche differenti, ma riesce anche a essere una grandissima maestra di vita. Lo studio dei classici non è né inutile, né uno spreco di tempo, come molte persone al giorno d’oggi pensano, e la Notte Nazionale del Liceo Classico serve proprio a questo: vogliamo dimostrare all’intero Paese che le lingue che ormai vengono definite “morte”, non sono mai state così vive, così frementi di farsi capire e comprendere in tutti i loro aspetti più criptici. Gli studi classici sono vivi perché insegnano a vivere sui modelli e sulle esperienze fatte dagli antichi, rendendo la mente più accorta e consapevole del mondo che ci circonda.”

L’evento culturale avrà inizio alle 18,00: Open Night di musica, letture pubbliche, dibattiti, mostre e guest star, o meglio “primus inter pares” sarà il Professor Alessandro Barbero, Ordinario di Storia medievale, presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale, e volto noto della tv, per le sue partecipazione alla trasmissione scientifica Superquark di Piero Angela, che nel corso della serata  presenterà il suo ultimo libro, il romanzo storico  “Le Ateniesi” (Mondadori Editore):  un giallo ambientato nella Atene del 411 a.C., durante la prima messa in scena della “Lisistrata” di Aristofane.

Ad majora!