Al Sestriere l’atmosfera dei “20 STRINGS” Sabato 27 febbraio al Grand Hotel di Sestriere

CLASSIC 27 FEBBRAIO

SESTRIERE – Si terrà sabato 27 febbraio, anziché come di consuetudine di venerdì, un nuovo incontro musicale targato Classic Atmosphere al Grand Hotel di Sestriere. L’appuntamento è alle ore 21.00 per una serata con i “20 Strings” che suoneranno jazz manouche, sound caldo e multietnico del Gipsy Jazz in un progetto con colori d’altri tempi, senza perdere di vista il lavoro degli artisti dei giorni nostri. Ingresso libero sino ad esaurimento posti.

I “20 STRINGS” – Il continuo migrare delle comunità zingare ha fatto si che jazz, flamenco e musica francese si fondessero in un unico scenario in cui trovano spazio remake di celebri brani, sonorità popolari e improvvisazione. Il punto di riferimento è sicuramente il “maestro” Django Reinhardt, banjoista zingaro migrato in francia alla fine degli anni ‘20, che a causa di una menomazione alla mano sinistra smise di suonare il banjo per passare alla chitarra. Egli inventò uno stile unico e innovativo, ancora oggi utilizzato e rivisitato dai più grandi musicisti manouche.

I 20 Strings nascono nell’autunno 2012 da un’idea di Maurizio Mazzeo, chitarrista torinese appassionato del jazz manouche, e prende forma dopo l’incontro con A.Garombo (contrabbasso), e L.Asselli (chitarra ritmica). Il gruppo col tempo ha ampliato la formazione collaborando con musicisti d’ eccezione come: Simone Arlorio (clarinetto), Marco Maturo (chitarra dell’ Orchestra Cocò), Marco Varvello (fisarmonica), Laurent Courtois (chitarra dei Nuages de Swing), Elena Urru (voce), Giulia Damico (voce) e molti altri ancora. Il sound caldo e multietnico del Gipsy Jazz unisce questi musicisti dalle variegate esperienze in un progetto con colori d’altri tempi, senza perdere di vista il lavoro degli artisti dei giorni nostri. L’intenzione dei 20 Strings è di riproporre un genere raffinato ma al contempo divertente.