Al Sestriere torna lo Scalpello d’Oro

sestriere scalpello 2

SESTRIERE – Lo Scalpello d’Oro, tradizionale appuntamento che accompagna la stagione estiva al Colle del Sestriere, si rinnova proponendo un’altra esperienza artistica sotto la regia del Maestro Carlo Piffer. Due squadre di scultori si alterneranno dal 2 al 12 agosto nella realizzazione di due sculture in legno (totem alti oltre 3 metri) che avranno come soggetto uno sciatore ed un ciclista. Inizieranno sgrossando il legno avvalendosi della motosega per poi definire forme e dettagli a scalpello. Una volta ultimati andranno a far parte dell’arredo urbano e saranno posizionati al Colle del Sestriere. Gli scultori realizzeranno le loro opere in via Louset, nell’area pedonale di Sestriere, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00 catturando l’attenzione dei turisti che avranno modo assistere alla nascita di una scultura in legno. Martedì 2 agosto i tronchi di larice delle montagne olimpiche, alti oltre 3 metri e dal diametro di 90 centimetri, verranno posizionati in via Louset. La prima squadra, capitanata dallo scultore piemontese Dino Damiani con la collaborazione di Carlo Piffer, si metterà subito all’opera per realizzare la prima scultura che ha come soggetto un ciclista impegnato lungo le salite che portano al Colle. In settimana altri scultori si aggregheranno al team Damiani che ultimerà il lavoro per domenica 7 agosto. Lunedì 8 agosto entrerà in azione il team guidato dallo scultore trentino Egidio De Petri che, sempre collaborazione col Maestro Piffer, dovrà rappresentare, sul secondo tronco, uno sciatore in azione sulle piste della Vialattea. Anche in questo caso diversi scultori affiancheranno De Petri nella realizzazione del soggetto che verrà ultimato venerdì 12 agosto. Da sabato 13 entrambe le opere potranno essere ammirate in via Louset in attesa di trovare una sistemazione definitiva in vista della prossima stagione invernale.