Aldo Moro e la Valle di Susa negli anni del terrorismo Un ciclo di incontri proposti da Segno si svolgeranno a Susa da giugno a settembre

Aldo Moro

SUSA – Per ricordare Aldo Moro, politico e statista, ma sopratutto vittima delle Brigate Rosse bisogna avere qualche anno sulle spalle. Non tanti, ma qualcuno si perchè per ricordarne la morte bisogna andare al 1978, per la sua prima attività politica addirittura all’Assemblea Costituente, e siamo al 1946. Un altro mondo si penserà, sicuramente un’altra Italia. La lotta armata, le Brigate Rosse, gli scontri all’Università, sono fatti oggi entrati nella memoria per alcuni nella storia. Addirittura a sentir nominare la Democrazia Cristiana o il Partito Comunista Italiano non bisogna guardare Rai 1 ma Rai Storia. Chi era il professor Moro, cosa rappresentò nella politica italiana, perchè fu scelto lui per il rapimento e l’attentato? Domande che ricorrono, e rimbalzano, da anni (e questa è una cattiva abitudine degli italiani)  senza alla fine trovare una risposta chiara e convincente. L’associazione Segno non ha certo la pretesa si svolgre la matassa delle indagini o dei processi, neppure vuole inseguire sogni di risposte definitive; semplicemente vuole rimettere all’attenzione oggi una società di ieri. Fabrizio Zandonatti spiega: “Abbiamo ideato questa serie d’incontri adl titolo “Aldo Moro conservarne il ricordo a cent’anni dalla nascita” approfittando del centenario dalla nascita. Vorremmo proporre uno spazio di reflissione prima sul tempo poi sulla società poi sul personaggio, un insieme di temi approfonditi in luoghi diversi della città. Ogni incontro avrà per relatori personalità che quel tempo lo vissero, l’hanno studiato ed ora lo approfondiranno con noi”. 

Il programma degli incontri:

17 giugno  ore 21.00 – Libreria Panassi, Via Roma

IL 1977 IN ITALIA: CRISI, CONTESTAZIONE E LOTTA ARMATA ALL’ALBA DEL SEQUESTRO MORO

Luca Falciola, Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università Cattolica di Milano, autore di “Il movimento del 1977 in Italia” Carrocci editore

Introduce Fabrizio Zandonatti, presidente Segno

 

15 luglio ore 21.00 – Palazzo Municipale, Via Palazzo di Città

38 ANNI DI VUOTI, NEBBIE, VERITA’ NASCOSTE E DEPISTAGGI

Giuseppe Fioroni, Presidente della Commissione d’inchiesta bicamerale sul rapimento e sulla morte di Aldo Moro.

Introduce Giorgio Brezzo, redattore La Valsusa

 

23 settembre ore 21.00 – Aula Magna, Liceo Norberto Rosa, Piazza Savoia

ALDO MORO: UOMO DEL DIALOGO, UOMO DI FEDE

Guido Bodrato, politico, amico di Aldo Moro.

Ermis Segatti, Facoltà Teologica.

Introduce Alessandro Risso

 

7 ottobre ore 21.00 – Teatro Istituto Suore San Giuseppe, Strada Statale 24

VITTIME E RESPONSABILI DEL TERRORISMO A CONFRONTO

Agnese Moro, figlia dello statista scomparso

Franco Bonisoli, membro della direzione strategica e del comitato esecutivo delle Brigate Rosse

Introduce don Ettore De Faveri, direttore La Valsusa