La figlia di Ernesto Guevara ad Orbassano per parlare delle eccellenze cubane Aleida Guevara March terrà una conferenza al San Luigi Gonzaga di Orbassano

La figlia di Ernesto Guevara ad Orbassano per parlare delle eccellenze cubaneLa figlia di Ernesto Guevara ad Orbassano per parlare delle eccellenze cubane

In occasione del cinquantesimo anniversario della morte di Ernesto Guevara – tragicamente giustiziato in Bolivia nel 1957 – la figlia Aleida sarà a Torino per tenere due importanti conferenze. L’appuntamento è per il 16 maggio, giornata nella quale la Guevara parlerà dall’Aula Blu dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria San Luigi Gonzaga a Orbassano. L’invito è stato esteso dall’Associazione Nazionale di Amicizia Italia – Cuba, rappresentata a Torino dal circolo locale.

Le eccellenze di Cuba

La prima conferenza, in collaborazione con la European Medical Student’s Association Torino – realtà ventennale a carattere internazionale – si terrà alle ore 16:00, presso l’Aula Blu del San Luigi di Orbassano. Oltre ad Aleida Guevara interverrà Elisa Gennari, dottoressa specializzanda che proprio a Cuba ha sostenuto il proprio tirocinio da medico, nel Centro traumatologico ortopedico. Come suggerito dal titolo, “Sanità e Istruzione a Cuba”, l’incontro sarà focalizzato sull’approfondimento di quelli che sono i principali motivi di orgoglio dell’isola, che negli anni ha assunto una rilevanza non indifferente nel panorama mondiale.

Ernesto Guevara, storia di un rivoluzionario

Per quanto riguarda la seconda conferenza bisognerà attendere le ore 21:00. “Ernesto Che Guevara: Cuba, l’Internazionalismo e l’America Latina” è il titolo del secondo appuntamento, realizzato in collaborazione con l’Associazione “La Poderosa”, che metterà a disposizione uno spazio in in via Salerno, 14A, Torino, nel quale avrà luogo la conferenza. Saranno presenti al tavolo dei relatori Aleida Guevara, il Vicepresidente Sinistra Europea Paolo Ferrero e il Presidente dell’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba Sergio Marinoni. Presente alla serata per portare un saluto ed aprire l’evento ci sarà Massimo Zucchetti, membro del Comitato Scientifico dell’Associazione “La Poderosa”.

L’eredità del “Che”

Aleida Guevara non è famosa unicamente per il suo impegno in quanto attivista. A Cuba infatti gode di una certa popolarità, derivata dalle sue attività in qualità di pediatra specializzata nelle allergie. La Guevara si occupa infatti di assistenza di bambini e disabili in diversi ospedali di Cuba e non solo. E’ molto attiva in paesi come Angola, Ecuador e Nicaragua.

 Conserva memoria del padre, benché avesse soltanto quattro anni e mezzo durante il suo periodo rivoluzionario in Congo e sette quanto fu sommariamente giustiziato in Bolivia. “Mio padre non ha potuto avere l’opportunità di vivere con noi la nostra infanzia. Ma, nonostante fosse via la maggior parte del tempo, ci inviava storia e disegni nelle sue cartoline”.

“La visita di Aleida Guevara rappresenta per noi il primo appuntamento, a cui seguiranno altri organizzati dai nostri diversi circoli in Piemonte, in occasione del cinquantesimo anniversario dell’assassinio del Comandante Che Guevara. Non vogliamo limitarci alle celebrazioni; per questo abbiamo voluto partire da un’occasione di confronto sulla realtà attuale, come quella dell’istruzione e della sanità” dichiara Rocco Sproviero, segretario del circolo di Torino dell’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba