All’Unitre di Susa: corsi di Letteratura molto interessanti e coinvolgenti Il garbo e la concoscenza delle professoresse Luciana Ferzero e Federica Pacchiotti

unitre

 

SUSA –  I corsi di letteratura sono sempre molto seguiti all’Unitre di Susa, forse perché risvegliano reminiscenze culturali del periodo scolastico che difficilmente emergerebbero. La sala è affollata, l’attenzione alta, l’emozione, spesso palese, si scioglie, talvolta, con qualche risata liberatoria. Se poi le lezioni sono “a due voci”, quelle delle professoresse Luciana FerzeroFederica Pacchiotti che si alternano con le loro personalità diverse e complementari, si seguono con maggior facilità. L’una proietta slides di sintesi corredate da significative immagini, l’altra non fa mai mancare un momento musicale coerente al tempo storico o all’argomento trattato e… il pomeriggio passa velocemente. Quest’anno le due docenti hanno proposto, come sempre, due percorsi: “Quando la realtà diventa poesia” e “Incontriamo i classici” Le quattro lezioni di poesia, tenutesi tra gennaio e febbraio, hanno avuto come sottotitolo “Espressioni d’amore” e si è parlato di amore giovanile, coniugale, felice, rimpianto, perduto o tradito passando da Saffo e Catullo a Prevert, da Saba e Ungaretti ad Antonia Pozzi, da Pascoli e Montale ad Amelia Rosselli. Autori molto noti e altri quasi sconosciuti, incursioni in mille e più anni di storia, stili e mentalità diversissime, il tutto accompagnato da canzoni d’amore italiane del Novecento (Dalla, De Andrè, Morandi, Paoli…) e dai commenti puntuali delle due insegnanti che talora hanno davvero commosso l’uditorio. I ragazzi del 4° anno del Liceo Classico “N. Rosa”, guidati dalle loro docenti, prof.sse De Benedetti e Re Viglietti, hanno completato la riflessione sull’amore preparando una interessante e piacevole lezione sul tema del bacio nell’arte figurativa e scultorea. L’argomento ha affascinato i presenti al punto che, a gran richiesta, per il prossimo anno è già previsto un corso dal titolo: “Espressioni d’amore 2” Il secondo percorso ha riguardato “Generi, autori e stili della letteratura umanistico- rinascimentale”. In due lezioni, tenute nel dicembre 2015, le docenti Ferzero e Pacchiotti, dopo un ampio excursus sulla storia europea del periodo e un approfondimento sulla vita politica, culturale, e artistica delle corti signorili del Rinascimento italiano, hanno presentato la novellistica (Da Porto come primo autore di Giulietta e Romeo e Matteo Bandello), il teatro di corte e il poemetto in ottave (l’Orfeo e le Stanze di Poliziano) ed hanno proposto un primo approccio all’epica (Boiardo). Le lezioni di aprile, introdotte da una breve presentazione della trattatistica (dai libri Della famiglia dell’ Alberti al Galateo di Giovanni della Casa), sono state una sorta di monografia sul grande e poliedrico Machiavelli, analizzato sia come scrittore politico (Il Principe e l’epistolario), sia come autore di novelle (Belfagor arcidiavolo) e di teatro (La mandragola). Queste due ultime opere sono state lette e commentate quasi integralmente, suscitando interesse ed entusiasmo. Fra gli applausi del pubblico presente, un gradito ringraziamento floreale ed artistico da parte della Presidente dell’UNITRE, professoressa Anna Branciari, ha concluso questo ciclo letterario.