Almese. E’ crollato il passaggio alla Goja del Pis Per arrivare in località Gamnabosco bisogna percorre 50 minuti a piedi

La goja del Pis ad AlmeseLa goja del Pis ad Almese

ALMESE – A causa degli eventi alluvionali dello scorso novembre 2016, il sentiero di accesso alla Goja del Pis in località Gambabosco, transitando per Borgata Fucinassa, è completamente franato e quindi nei prossimi mesi si faranno lavori di consolidamento e messa in sicurezza. Perciò sin da ora e per tutta l’estate, l’accesso di Gambabosco non è più praticabile e ne è assolutamente vietato il transito a piedi in entrambi i sensi.

Il sentiero

È possibile tuttavia giungere alla Goja del Pis in circa 50 minuti a piedi con una bella e salubre passeggiata attraverso Via Malatrait, lasciando l’auto nel parcheggio gratuito di Piazza del Mercato o, nei giorni festivi, in Piazza della Fiera (adiacente alla piazza del Comune). In Borgata Malatrait infatti non ci sono parcheggi per cui, onde evitare multe, si consiglia di lasciare le auto in centro ad Almese.

Percorso pedonale

Dal parcheggio dirigersi in Piazza Martiri della Libertà, portarsi verso il ponte vecchio in Punta Piazza e, senza attraversare il ponte, girare a sinistra su Via Malatrait (antica Via Ciandellera) in direzione nord. Dopo 10 minuti si attraversa una prima volta la Provinciale del Colle del Lys e si prosegue sempre su via Malatrait, fino ad attraversare una seconda volta la Provinciale attraverso una scalinata. Si prosegue all’interno della Borgata Malatrait II, salendo sino a raggiungere via Combal. A questo punto si svolta a destra e si prosegue fino al termine della strada asfaltata e si continua su sterrato, tenendo la destra e scendendo fino a giungere al torrente Messa. Si attraversa il corso d’acqua e si risale sulla traccia di sentiero e rocce fino ad arrivare alla Goja. Si ricorda che l’area naturale della Goja del Pis, oltre ad essere un luogo di particolare bellezza, è un ambiente delicato e va preservato come tale. È un luogo incassato in una gola in mezzo alla montagna, di spazio molto ristretto e poco esposto al sole, con poca capienza di persone e  assolutamente non adatto a fare pic-nic. Pertanto occorre decisamente evitare di andare alla Goja con vettovaglie e bottiglie che poi spesso vengono abbandonate sul posto ed è indispensabile che i visitatori ne abbiano rispetto e cura. È vietato abbandonare i rifiuti, che devono essere riportati indietro, ed è assolutamente vietato accendere fuochi o portare tavolini e griglie, bivaccare, fare pic nic.