Almese: aperte le iscrizioni per il treno della memoria Dieci i posti disponibili, le candidature vanno presentate entro il 24 novembre

treno-della-memoria

ALMESE – Anche quest’anno il comune di Almese ha deciso di sostenere il progetto Treno della Memoria proponendo ai giovani studenti almesini 10 posti per partire; nato come progetto educativo finalizzato alla formazione di una cittadinanza attiva e consapevole,  pone le sue basi su una solida conoscenza della storia e della memoria dei momenti che hanno caratterizzato il 1900.

L’amministrazione comunale, che ha sempre riposto grande fiducia nel potenziale di questa iniziativa, crede nel suo potere educativo e ritiene fondamentale che le giovani generazioni imparino a conoscere i fatti avvenuti ad Auschwitz, intesi come la più grande espressione di odio e discriminazione della storia dell’umanità, i quali rappresentano uno snodo storico fondamentale; risulta dunque necessario che i ragazzi di oggi, parte attiva della società di domani, si interroghino su quella tragedia che si è potuta consumare nell’indifferenza generale.

Il primo progetto Treno della Memoria coinvolse, nel gennaio del 2005, più di 700 giovani piemontesi, ma grazie al sostegno delle istituzioni locali il progetto è cresciuto sempre di più e, ad oggi, ha consentito a quasi 35.000 giovani provenienti da tutta Italia di viaggiare, in questi anni, nei luoghi simbolo della seconda guerra mondiale.

Non si tratta di una gita scolastica o di un semplice viaggio, il Treno della Memoria è uno spazio di conoscenza che, attraverso un percorso educativo costituito da incontri e laboratori, forma cittadini attivi pronti a costruire la realtà che li circonda. L’iniziativa mira a creare una rete di giovani che siano disposti ad assumersi la responsabilità di mettersi in gioco nella società civile.

In seguito al viaggio, infatti, sarà richiesto ai partecipanti di attualizzare il loro impegno personale, perché torneranno a casa come testimoni consapevoli dei fatti e delle memorie della Seconda Guerra Mondiale, consapevoli di quanto accadde nei campi di sterminio e, sulla base di queste conoscenze, sarà loro richiesto di divenire creatori di una realtà migliore. Un impegno sempre più necessario alla luce delle tristi realtà che si stanno diffondendo in tutta Europa, le quali diffondono messaggi di ideologie razziste e xenofobe, che pongono le loro radici nell’ignoranza e che potrebbero anche riprodurre i fenomeni di violenza e le aberrazioni di allora.

Informazioni

  •  I ragazzi che intendono partecipare dovranno presentare la loro candidatura in comune entro venerdì 24 novembre e dovranno sostenere una spesa di 180€ da versare, tramite bonifico bancario, entro il 20 dicembre 2017.
  • Per poter partire, poi, occorre partecipare agli incontri di formazione propedeutici al viaggio.
  • Al momento del ritorno, invece, sarà richiesta la presenza a tre incontri di rielaborazione, cui seguirà la partecipazione attiva alla giornata del 25 aprile.