Ad Almese manca il servizio di trasporto pubblico nelle frazioni? Se ne parlerà in Consiglio Comunale con una mozione del gruppo Aria Nuova

Un pullman della Città Metropolitana

ALMESE – Dalle parole del gruppo d’opposizione Aria Nuova sembra che ad Almese manchi un servizio di trasporto pubblico adeguato da e per le frazioni. Se parlerà nel prossimo Consiglio Comunale grazie ad un’interrogazione del gruppo d’opposizione Aria Nuova. Spiega Simona Cerrina: “Abbiamo avuto molte segnalazioni da parte degli almesini che chiedono un maggiore e più capillare presenza dei mezzi pubblici. Abbiamo per tanto voluto portare all’attenzione del sindaco Bertolo un tema che sembra dimenticato da tempo“.

All’ordine del giorno sarà dunque presente una la richiesta d’incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici in sostituzione del mezzi privati così da ottenere una significativa riduzione delle emissioni inquinanti. “Tutto il territorio di Almese con tutte le sue Borgate patisce uno scarso livello di collegamento pubblico con la stazione SFM3 di Avigliana. Noi richiediamo che l’amministrazione comunale si attivi con gli organi competenti al fine di attivare ogni soluzione possibile per migliore l’attuale servizio – dice la Cerrina– in particolare si richiede la possibilità di attivare il servizio “Me Bus” attualmente attivo fino al Comune di Caselette“.

Cos’è il MeBus?

È un servizio di autobus a chiamata semplice e su misura delle esigenze del cittadino.  Per utilizzare il MeBUS basta una prenotazione telefonica al numero verde relativo alla zona d’interesse. Chiamato il numero verde, almeno il giorno prima, si  trova la soluzione giusta per il viaggio dell’utente.  Quanto costa? Come una normale corsa di linea extraurbana; il biglietto si acquista sull’autobus. Pacifico Banchieri, sindaco di Caselette: “E’ un servizio che la Città Metropolitana offre ai cittadini per potersi muovere dall’area extraurbana alla città. Al comune non costa nulla ed è garanzia di servizio e di mobilità che nei nostri comuni è sempre richiesta”.