Alpignano, la “nuova” scuola dell’infanzia Rodari sarà pronta entro il 31 gennaio La scuola a posto anche per le normative antisismiche

La scuola Rodari di Alpignano

ALPIGNANO – Il 9 gennaio abbiamo l’Ufficio Regionale per la direzione delle opere pubbliche dell’Area Metropolitana di Torino ha approvato il progetto di verifica sismica per la struttura della Scuola Rodari. La scorsa estate la scuola era stata soggetta all’opera di bonifica totale dell’amianto, che ha portato alla ristrutturazione completa della struttura per mezzo della sostituzione di tutti i manufatti contenenti cemento-amianto.

In una delle sue ultime azioni, la precedente amministrazione aveva infatti chiuso il plesso senza programmare interventi di bonifica e a tempo indeterminato. Dicono dall’amministrazione: “Da parte nostra, appena subentrati abbiamo concordato con lo Spresal di procedere con i lavori durante l’estate successiva, ottenendo così l’utilizzo della scuola per i bambini iscritti fino a giugno 2017, al fine di ridurre al minimo ogni disagio. I lavori estivi hanno subito alcuni rallentamenti inattesi ma si sono conclusi in settembre. Prima della definitiva riapertura, tuttavia, abbiamo ritenuto opportuno procedere con la valutazione anche di un altro aspetto della sicurezza dell’edificio, ovvero la valutazione e l’adeguamento sismici. La valutazione di quest’ultima porzione di progetto ha richiesto in sede regionale più tempo del previsto, ma ora è finalmente arrivata. Sono quindi in corso in questi giorni le relative sistemazioni: i lavori hanno ripreso a seguire la tabella di marcia dove l’avevano lasciata a inizio autunno, e si concluderanno entro il 31 gennaio 2018″.

Dopo i lavori l’Istituto Comprensivo di Alpignano potrà riprendere l’utilizzo dei locali, effettuando il trasloco e la risistemazione dei materiali didattici. L’esatta data di riapertura verrà comunicata alle famiglie, che verranno invitate a visitare in anteprima la scuola Rodari, finalmente rinnovata e messa in sicurezza.