Alpignano, Consiglio Comunale aperto per la Dr. Fischer Italy – “La solidarietà ci serve a poco”

I lavoratori della Dr Fischer Saliti sul tetto per  protesta

Alpignano- La vicenda Dr. Fischer, ex Philips, è approdata ieri sera in consiglio comunale. Dopo i lunghi e travagliati giorni per i lavoratori che hanno continuato ad occupare lo stabilimento di via Casellette per i due incontri precedenti con la proprietà tedesca che non hanno portato a trovare un accordo, il Municipio ha aperto le porte presentando una mozione sulla vicenda.  E così il sindaco Gianni Da Ronco con gli assessori ed i consiglieri si sono stretti intorno ai lavoratori per portare il loro sostegno. Sono intervenuti Giovanni Milesi, rappresentante sindacale della CGIL e Franco Caramila delle RSU interne della Dr. Fischer. A seguire, l’onorevole Paola Bragantini (Pd) ha esortato i lavoratori a resistere nella lotta e a non abbassare la guardia nonostante tre estenuanti settimane di occupazione della fabbrica. Purtroppo, a conclusione degli interventi dei vari consiglieri ed assessori, ai lavoratori è rimasto un po’ l’amaro in bocca: “Abbiamo ricevuto tante manifestazione di solidarietà — afferma una lavoratrice — ma in sostanza che può fare di concreto al politica per noi? Oltretutto non è più stata possibile la replica dei lavoratori: il Consiglio comunale è ritornato alla seduta “chiusa”. Fuori dall’aula si è trattenuto per un po’ l’assessore al lavoro Vittorio Arenella, che ha cercato di rassicurare i dipendenti, promettendo ogni supporto pratico possibile che potrà offrire egli stesso con il sindaco e la giunta.

I deputati del Pd Umberto D'Ottavio e Paola Bragantini

I deputati del Pd Umberto D’Ottavio e Paola Bragantini