Alpignano, Educazione alla legalità: Peppino Impastato una vita contro le mafie

LegalitàLegalità
ALPIGNANO – Il comune di Alpignano in collaborazione con l’associazione Calabresi di Alpignano e Caselette, da venerdì 10 marzo fino a domenica 12 marzo presenteranno il progetto “Educazione alla legalità: Peppino Impastato una vita contro le mafie” un progetto che si pone come importante per l’educazione alla legalità e alla giustizia che voglia coinvolgere anche i più giovani.

Inaugurazione del progetto “Educazione alla legalità” il 10 marzo
Venerdì 10 marzo appuntamento con gli alunni delle scuole secondarie di Primo Grado di Caselette e Alpignano. Verrà proiettato successivamente un documentario al termine del quale i ragazzi potranno confrontarsi con Giovanni Impastato (fratello di Peppino).

Sabato 11 marzo incontro al Movicentro con Giovanni Impastato
Sabato 11 marzo , alle ore 16, si terrà una pubblica cerimonia volta ad intitolare l’Atrio del Palazzo Movicentro di Alpignano a Peppino Impastato. I cittadini potranno conoscere Giovanni Impastato, che presenterà la figura di suo fratello Peppino Impastato. Il comune di Alpignano invita i cittadini: “a partecipare ad un’occasione unica per esprimere un chiaro messaggio di impegno civile a sostegno della legalità”.

Cerimonia di chiusura domenica 12 marzo
In fine domenica 12 marzo la cittadina onoraria di Alpignano Olimpia Orioli presenterà “L’arte di ascoltare”
Tra le Autorità presenti ci sarà il Prefetto di Torino, Renato Saccone, l’Assessore all’Istruzione e lavoro della Regione Piemonte, Giovanna Pentenero e i cittadini onorari di Alpignano: Olimpia Fuina Orioli e Pino Masciari, testimoni dei valori di Legalità e Giustizia.

locandina dell'iniziativa "Educazione alla legalità"

locandina dell’iniziativa “Educazione alla legalità”