Alpignano, i superottimisti a caccia di vecchi super8

superottimisti

I partecipanti al progetto SuperOttimisti sono alla ricerca di vecchie pellicole super8 che riescano a raccontare al meglio la storia del comune di Alpignano.  Le pellicole verranno digitalizzate gratuitamente e saranno utilizzate dai partecipanti al progetto tra cui tre giovani videomaker alpignanesi: Valentina Ceciliato, Simone Trapani e Davide Pezzilli per scrivere e montare un’importante testimonianza sulla storia della città. 

IL PROGETTO SUPEROTTIMISTI DI ALPIGNANO

Superottimisti nasce nel 2007 in seno all’associazione Documentary in Europe, dal 2015  l’archivio raccolto da questi giovani filmmakers è stato ceduto all’Associazione Museo Nazionale del Cinema, mentre le pellicole originali sono state archiviate presso l’archivio del Museo Nazionale del Cinema. I Superottimisti raccolgono pellicole amatoriali  (8mm, 9,5mm, super8, ecc.) al fine di restaurarle, digitalizzarle, catalogarle e archiviarle. Le bobine possono raccontare dai momenti di vita familiare, ai cambiamenti sociali e di costume di cui i cineamatori sono stati testimoni, oltre a viaggi ed eventi storici. L’archivio conta più di 400 ore di materiale inedito, dal quale i filmmakers possono attingere per realizzare i propri film. Le immagini vanno dagli anni ’30 agli anni ’80 e riguardano sia il territorio piemontese che nazionale o internazionale.

Per informazioni: [email protected]

  superottimisti