Gli alpini di Grenoble a Novalesa per ricordare i soci andati avanti Ci sono alpini anche in Sud Africa e Australia

Gli alpini francesi a NovalesaGli alpini francesi a Novalesa

NOVALESA – Sono passati più di settant’anni da quando da cugini ci trovammo in guerra con i francesi. Altri tempi, altre storie. Può la fratellanza vivere sotto le insegne associazionistiche? Certo, ne è la dimostrazione l’Associazione Nazionale Alpini che è presente anche nel mondo con le sue Sezioni Esteri. Ci sono penne nere in Sud America, in Nord America, in Africa e persino in Australia. Immaginate un alpino a Sidney o a Edenvale in Sud Africa? Certo. Se farete un viaggio avrete occasione d’incontrarli. Ma se non volete attraversare l’Oceano e volete incontrarne uno d’esportazione, parliamo degli Alpini, basta andare a Novalesa.

Gli Alpini di Grenoble

L’incontro tra alpini del Gruppo di Novalesa e quello di Grenoble, come oramai da una decina d’anni accade, è da mettere nella bacheca dei ricordi. Il Gruppo Alpini di Grenoble ha fatto visita a Novalesa e come nelle precedenti visite ha depositato un mazzo di fiori ai caduti di Novalesa e ricordato tutti gli Alpini andati avanti. In particolare quest’anno è stato ricordato il vice Capogruppo. Un momento di simpatia si è poi svolto per l’aperitivo, tra due Gruppi amici e affratellati dalla stessa penna nera sul cappello.