Alta Velocità, incontro tra Foietta e una delegazione di sindaci Foietta: "Non esiste più l’opzione zero", Fracchia: "Dobbiamo confrontarci con gli altri amministratori"

chiomonte cantiere 010

TORINO – Presso l’ufficio dell’architetto Paolo Foietta, Commissario Straordinario del Governativo sui lavori dell’Alta Velocità, c’è stato l’incontro richiesto dai sindaci della Valle, che ha riaperto la discussione sull’opera oltre l’Osservatorio, luogo lasciato da molte amministrazioni. Un gruppo di primi cittadini di rappresenta è sceso a Torino; presenti Sandro Plano, Dario Fracchia e Pacifico Banchieri. Dall’incontro è emerso il pensiero del Governo: l’opera è in costruzione ed ha già tre gallerie di servizio e non c’è nessuna possibilità che i lavori vengano fermati, bisogna discutere con le comunità le opere accessorie e la cantierizzazione. Dunque lo spazio di manovra adesso per le amministrazioni si è davvero ridotto. Pare di capire che i sindaci o si confronteranno oppure il rischio, oggi sempre più realtà, e che l’opera venga costruita senza che ci sia nessuna compensazione per i disagi che i cantieri provocheranno in valle. Dario Fracchia, sindaco di Sant’Ambrogio, sentito dopo l’incontro, è chiaro: “E’ stato solo un primo incontro e adesso noi, sentite le ragioni del Governo, dobbiamo confrontarci con gli altri amministratori. Sarà un percorso difficile ma di certo c’è che le posizioni a oggi sono distati”.