Antonio Ferrentino dalla parte dei viaggiatori propone soluzioni migliorative a Trenitalia

Il consigliere Antonio FerrentinoIl consigliere Antonio Ferrentino

TORINO – “Dal 1° agosto del 2016 Trenitalia ha introdotto alcune novità che, a mio modesto parere, non aiutano l’utenza ferroviaria, anzi, al contrario, creano alcuni disagi” – scrive il consigliere regionale Antonio Ferrentino – “sto parlando ad esempio di chi utilizza stazioni non presidiate e che deve acquistare un biglietto: a seguito delle ultime novità, potrà acquistare il titolo di viaggio esclusivamente con Bancomat o Carta. L’alternativa? Acquistare un biglietto in contanti direttamente a bordo del Treno con una maggiorazione di 5 euro“.

I viaggiatori

Un metodo che non tiene conto delle esigenze di tanti ragazzi, magari pure minorenni, o di anziani, che non fanno uso di carte. Inoltre, il titolo di viaggio dovrà essere acquistato esclusivamente per il giorno preciso, cosa che non incentiva chi utilizza in maniera saltuaria il treno. L’Assessore ai trasporti ha comunicato un interesse particolare rispetto questo tema; anche gli uffici dell’Assessorato sono infatti preoccupati per queste misure, tanto da aver già interpellato i colleghi di Trenitalia. La Direzione Regionale Trasporti ha già avviato approfondimenti amministrativi sulla problematica relativa alla regolarizzazione a bordo dei titoli di viaggio, inoltre si ritiene opportuno che Trenitalia metta in atto alcuni interventi  volti a ridurre il rischio che viaggiatori disinformati possano incorrere in sanzioni.

L’interrogazione

Il consigliere Antonio Ferrentino, eletto in Valsusa,  ha presentato un’interrogazione in Consiglio regionale. Il riordino della rete dei punti vendita dei titoli di viaggio per renderla quanto più possibile rispondente alle esigenze dei viaggiatori prevedendo orari di apertura coerenti con gli orari delle partenze ferroviarie e la localizzazione di nuovi punti commerciali così che risultino più diffusi e vicini alle stazioni, l’attivazione di presidi di assistenza alla clientela nei principali nodi strategici e l’intensificazione degli annunci sonori a bordo dei treni e nelle stazioni sono tra i temi proposti da Antonio Ferrentino.