“Apparecchia la solidarietà”, a sostegno delle famiglie in difficoltà

 

ORBASSANO – “Apparecchia la solidarietà”, per dare una risposta concreta a tutte quelle famiglie orbassanesi più duramente colpite dalla crisi economica attuale e più bisognose.  L’iniziativa, nata dalla volontà dell’Amministrazione in collaborazione con COL’OR Piemonte Onlus, Croce Bianca di Orbassano, Gruppo Volontariato Vincenziano e Auser Provinciale di Torino e di Orbassano e con il contributo finanziario del Ministero dell’Interno (Bando UNRRA 2016), prevede  la raccolta dei pasti non distribuiti presso le mense scolastiche della Città, da donare alle famiglie e agli individui in condizioni di povertà, individuati dai Servizi Sociali e dalle Associazioni di volontariato locale. Si prevede, quindi, il riutilizzo del cibo non servito e perciò totalmente integro  nelle tre scuole della Città, che verrà confezionato nuovamente e offerto gratuitamente alle famiglie selezionate, un’ottima opportunità per sensibilizzare i giovani degli istituti scolastici al “non spreco” e al consumo consapevole del cibo, contribuendo al tempo stesso alla riduzione dei rifiuti organici prodotti dalla ristorazione collettiva. “Il progetto Apparecchia la solidarietà – ha dichiarato l’Assessore alle Politiche Sociali, Ettore Puglisi – nasce da un’idea degli Assessori Pier Carlo Barberis e Avtar Sing Rana, che mi hanno preceduto, idea non avviata a causa di alcuni impedimenti. Ora grazie al lavoro sinergico di Amministrazione e Associazioni possiamo concretizzarlo. È un’iniziativa che ci dà l’opportunità di contribuire concretamente a dare un sostegno alle famiglie, purtroppo molto numerose, che sul territorio orbassanese sono più in difficoltà. Grazie alla collaborazione con Associazioni molto attive presenti in Città potremo così compiere un gesto significativo e  realmente utile per venire incontro alle loro esigenze, distribuendo pasti freschi e di ottima qualità. Un ringraziamento particolare all’Ufficio Assistenza del Comune di Orbassano, nella persona di Sandra Erriu, per il grande lavoro svolto affinché questo progetto potesse vedere la luce.” Di sostegno ai cittadini maggiormente in difficoltà parla anche il Sindaco, Eugenio Gambetta che sottolinea come il progetto dia “Un buon esempio ai giovani e giovanissimi studenti dei nostri istituti scolastici in merito all’importanza del non spreco di cibo. In una società sempre più consumistica e veloce, è importante comprendere come ognuno di noi, nel suo piccolo, può contribuire concretamente ad aiutare un proprio concittadino attraverso il consumo consapevole e senza sperpero, di cibo. Inoltre con questo progetto si arriverà a una riduzione dei rifiuti organici prodotti dalla ristorazione collettiva con un impatto positivo anche sulla raccolta e smaltimento dei rifiuti cittadini. Un sincero ringraziamento va all’Assessorato alle Politiche Sociali, alla Camst, ditta che gestisce la ristorazione negli edifici scolastici, e alle seguenti associazioni: la Croce Bianca di Orbassano, la COL’OR Piemonte Onlus, il Gruppo Volontariato Vincenziano e l’Auser Provinciale di Torino e di Orbassano per il contributo nella pianificazione e realizzazione di questo progetto.”