I primi dieci anni del Nucleo Valsusa dell’Associazione Nazionale Granatieri di Sardegna Il motto: "Tanto eseguite e Dio nostro Signore vi conservi”

I Granatieri di Sardegna Sezione Torino e Nucleo ValsusaI Granatieri di Sardegna Sezione Torino e Nucleo Valsusa

SUSA – Il nucleo A.N.G.S. Val Susa, piccolo per numero di iscritti ma grande per dinamismo, compie dieci anni dalla sua fondazione. Il presidente della sezione torinese, Valter Costamagna, così scriveva al socio Giancarlo Sibille, per la levata del nucleo segusino: “Caro amico, sono particolarmente lieto di comunicarti che il nuovo consiglio direttivo della sezione, nel suo primo incontro avvenuto il 29 giugno 2007, ha deliberato di nominarti capo nucleo per l’intera Valle di Susa. In questa veste avrai pieno titolo per continuare nella tua meritoria opera di rappresentare in ogni sede pubblica e privata della Valle la sezione granatieri di Torino partecipando altresì in modo ufficiale a tutte le manifestazioni. Questa decisione è stata assunta per presidiare al meglio questa importante zona della provincia e per riconoscere e premiare quanto da te fatto negli anni trascorsi anche per instillare l’amor di Patria nelle giovani generazioni. Sappiamo di poter contare su di te, sulla tua preparazione e sulla tua disponibilità. Siamo certi che farai sempre degnamente brillare i nostri bianchi alamari e la loro pluricentenaria storia“.

L’associazione

Scopo dell’associazione, allora come oggi, è di conservare e rafforzare tra i granatieri in congedo i sentimenti di fraternità e solidarietà che, nati dall’adempimento del comune dovere verso la Patria, hanno sempre costituito particolare caratteristica della Specialità. Al nucleo valsusino è stato tributato il plauso delle istituzioni per il qualificato impegno profuso in campo storico, civile e sociale. Attualmente fanno parte del team i soci effettivi che svolsero il servizio di leva nel 1° Reggimento Granatieri di Sardegna “Elvio Jagodnik, Giovanni Ruscone, Giancarlo Sibille” e il gruppo di reenactors Val Susa “1848-1918” costituito da simpatizzanti e familiari “Giovanni, Giuseppe e Marcello Oliveri, Claudia Rosa Brusin e Anna Rubella”.

Il messaggio di Sibille

Nella speranza di avvicinare, incontrare appieno ed accogliere nuovi associati – sottolinea il capo nucleo Sibille – dedichiamo a tutti i granatieri in servizio e in congedo ma anche ad amici e simpatizzanti della Specialità l’antica e sempre valida esortazione con la quale si chiude l’atto di fondazione del Reggimento delle Guardie avvenuto il 18 aprile 1659 in Torino per volontà del duca di Savoia Carlo Emanuele II : tanto eseguite e Dio nostro Signore vi conservi”.