Auser Giaveno: verso il decennale con rinnovato entusiasmo L'Assemblea dei soci è convocata per sabato 29 aprile per l'approvazione del bilancio

Vincenzo Gerardi, Presidente dell'Auser Vlontariato Giaveno - Val SangoneVincenzo Gerardi, Presidente dell'Auser Vlontariato Giaveno - Val Sangone

GIAVENO – Se per l’Auser Volontariato Giaveno Valsangone il 2017 sarà l’occasione per festeggiare i primi dieci anni dalla fondazione, il 2016 viene archiviato come un decisivo anno di svolta e di forte crescita. E’ quanto emerge dall’analisi del bilancio consuntivo che verrà presentato all’Assemblea ordinaria dei soci prevista per sabato 29 aprile, alle ore 17, presso il salone della parrocchia S. Lorenzo in via Ospedale 4.

Qualche dato numerico

L’Auser Valsangone opera sul territorio dal 2007, offrendo servizi a favore degli anziani: i volontari infatti si occupano di accompagnarli verso le strutture sanitarie, spesso fuori Giaveno, oppure a fare la spesa, ma anche facendo semplicemente compagnia alle persone sole.

Nella sua relazione introduttiva al bilancio, il presidente Vincenzo Gerardi traccia le linee dell’attività che ha caratterizzato il suo primo anno di gestione, con numeri che parlano di una impennata nei servizi effettuati (521, contro i 278 dell’anno precedente, con una crescita del 187 per cento), una leggera crescita nel numero di volontari impegnati (oggi sono 17 contro i 12 del 2015), un forte aumento degli utenti accompagnati nel corso dell’anno (83), dei chilometri percorsi con le auto dell’associazione o con le auto dei volontari (23.432), del tempo impiegato per gli accompagnamenti (1.703 ore) e per la gestione dei servizi (2.098 ore).

Di notevole significato è stata anche l’attività di riorganizzazione dei servizi, a partire dal trasferimento nella nuova sede operativa nei locali di via Ospedale 14, con la conseguente revisione di molte procedure operative: registrazione e archiviazione dei documenti, revisione della modulistica, riorganizzazione operativa interna all’ufficio, adozione di nuovi strumenti informatici per la gestione delle attività.

Il commento del presidente Gerardi

Nella vita dell’Associazione il 2016 è stato un anno particolare – spiega Gerardi – a cominciare dalle dimissioni dello storico presidente e fondatore Alberto Pavin, a cui esprimiamo apprezzamento e gratitudine per l’opera svolta in quasi dieci anni di presidenza. Ora tocca al nuovo gruppo dirigente e ai volontari, alcuni dei quali tra i fondatori dell’Auser Giaveno, portare avanti questo lavoro e continuare a sviluppare il servizio di volontariato che ci caratterizza”.

L’esigenza più forte e più urgente per l’Auser Giaveno Valsangone rimane tuttavia “la ricerca di nuovi volontari, per poter far fronte alla crescente domanda di servizi di accompagnamento agli ospedali e alle strutture sanitarie della zona, servizi di assistenza o compagnia alla popolazione più debole, agli anziani e alle persone sole nel nostro comune e nelle nostre borgate”.