“Avigliana, adesso parli tu” sabato al Ninfa Toni Spanò: “Ci rivolgiamo a tutti i cittadini interessati al bene comune”

Toni Spanò Avigliana adesso parli tu

AVIGLIANA – Sabato 8 aprile alle 17 si terrà all’hotel NinfaAvigliana, adesso parli tu”, piattaforma politica d’ascolto e incontro con i cittadini. L’Agenda.News incontra Toni Spanò, che guiderà l’incontro.

Spanò perché “Avigliana, adesso parli tu”?

Avigliana è una città ingessata dalle amministrazioni che si sono nel tempo. Occorre cambiare direzione a uno stanco incamminarsi verso il declino. E per fare questo vanno ascoltati i cittadini, perché l’obiettivo dev’essere una proposta nuova, che voglia portare a compimento intuizioni finora forse solo abbozzate.

In che senso ambizioni soltanto abbozzate?

Per la sua collocazione geografica e la sua storia Avigliana è chiamata a un ruolo che non è stato in grado di darle chi l’ha amministrata negli ultimi decenni. Per colpa di una politica che si è fatta “sistema” nella difesa di meccanismi e circuiti relazionali. A ciò si è accompagnata una mancanza di visione, che ha provocato un grave danno alla città e all’ambito territoriale di cui potrebbe essere centro e motore.

Quale sarebbe la strada giusta per uscire da questa situazione?

Non possiamo più permetterci tentativi dal “corto respiro”, per questo vogliamo interpellare tutti i cittadini decisi davvero a impegnarsi per il “bene comune” e imprimere così una svolta. Un segno di discontinuità reale, virtuosa. Servono persone radunate intorno a un progetto che vada oltre ristretti orizzonti ideologici. Soltanto così si sapranno determinare obiettivi all’altezza dell’eccellenza che è Avigliana.

Per esempio?

Intanto procedere con la costruzione di una nuova consapevolezza di Avigliana. Poi valorizzare il suo polo industriale di prima grandezza, al contempo costruendo un progetto turistico-culturale per determinare lavoro e sviluppo. In questo senso si deve cogliere appieno le potenzialità delle nuove tecnologie.
Internamente alle dinamiche cittadine un grosso problema, segnalatoci da molti cittadini che abbiamo incontrato, è rappresentato dalle numerose “ferite” urbanistica che affliggono Avigliana. Pertanto bisogna ridisegnarla, ridandole unità. A questo proposito molti aviglianesi non hanno mancato di indicare altre necessità: come migliorare i servizi, soprattutto quelli che riferiti ai bambini e agli anziani. Senza tralasciare, ovviamente, la dovuta attenzione alla sanità e alla difesa del presidio sanitario.

Qualche parola per salutare i lettori di Avigliana?

Siete tutti invitati sabato 8 aprile al Ninfa alle 17 per “Avigliana, adesso parli tu”!